mercoledì 21 marzo 2018

A mid summer afternoon tea




di Yan Galangal


Devo ammettere che di cucina Britannica non ne so nulla. Non solo questo, devo anche ammettere che non avevo mai fatto un dolce in vita mia.
Confesso che l'unica cosa britannica che conoscevo fin ora era la Pimm's Cup. Un cocktail o bevanda Britannica estiva, servita spesso durante la Wimbledon's cup; un bicchiere frizzante, pieno di frutta e di Pimm's.
È molto probabile che sia andato fuori tema, ma ho pensato di poter adattare la Pimm's cup all'afternoon tea, per giocare almeno sulla sola carta a me conosciuta.
Per questa ragione, ho scelto un té Darjeeling leggermente speziato e fruttato, giocando poi sulle confetture, cercando di rimanere più British possibile. Lo so, avrei dovuto fare al contrario forse, prima scegliere il té e poi il resto, ma complicare le cose è più facile :)
L'arancia presente nella Pimm's cup, è rappresentata dai Jaffa cake, un nome a che non poteva restare inosservato a un Israeliano. Fragole e menta sono nella prima confettura, mentre il Pimm's è nella seconda.  Manca il cetriolo, ma avrei dovuto mettere mano a una terza categoria, quindi...mancherà il cetriolo :)
Un'unica precisazione. Fragole, lamponi e altre bacche sono in stagione d'inverno qui da noi, da dicembre a fine marzo.  In Israele, infatti, si sa che è arrivato l'inverno quando spuntano le prime fragole nei banchi dei Souk.

Detto questo:
Abbiate pietà di un inesperto.
delle foto, del set e dei drop scones sicuramente troppo grandi. :)

In realtà temevo di non farcela questa volta. Ma ci sono. Grazie Valeria per il tema che mi ha permesso oltrepassare i miei limiti. E grazie MTC.





A mid summer afternoon tea 


Té Darjeeling in foglie (un cucchiaino e mezzo per tazza)
Acqua Evian, circa 200

Portare l'acqua a leggero bollore. Versare un po' d'acqua nella teiera e lasciarla fino a riscaldarla. Gettare via questa prima acqua. Porre il té in foglie nella teiera vuota e versarci l'acqua. Lasciare in infusione tre minuti, mescolando ogni tanto durante questo tempo.
No limone, zucchero, o latte, per me.


Confettura di fragole alla menta

200 g di fragole
200 g di zucchero
il succo di un limone
una manciata di foglie menta fresca

Il giorno prima di fare la marlemmelata, lasciare le fragole tagliate a pezzi mescolate con lo zucchero in un posto fresco. Io ho preferito lasciarlo in frigorifero. Il giorno dopo, portare il tutto su calore moderato per far sciogliere lo zucchero e poi portare a bollore. Una volta raggiunto il bollore, aggiungere il succo di limone e lasciar bollire per una decina di minuti. Se la confettura non dovesse essere a punto dopo 10 minuti, (la mia lo era), controllare di nuovo ogni due o tre minuti fino a cottura ultimata. Aggingere la menta fresca, mescolare e riempire i vasetti con la confettura calda.
Aspettare almeno un giorno prima di consumarla. Io ho aspettato una settimana.

Confettura di lamponi al Pimm's

250 g di lamponi
250 g di zucchero
il succo di un limone
3 cucchiai di Pimm's N°1

Stesso procedimento come sopra. Stessi tempi. Invece delle foglie di menta, aggiungere il Pimm's e mescolare quando la confettura è ancora bollente. Aggiungere un cucchiaio alla volta e provare come funziona al vostro palato. Tre cucchiai erano perfetti per il mio gusto.

Clotted cream

500 g di panna fresca ad alto contenuto grasso

Preriscaldare il forno a 80°C In una pentola di ghisa, mettere la panna e infornarla senza coperchio per 12 ore.
Lasciarla poi raffreddare completamente, poi coprirla e metterla in frigo. Il giorno dopo, si può invasare. Meglio farla con due giorni di anticipo.

Jaffa cakes

(ricetta di M.M.)
per 6 jaffa cakes

50 g di burro
60 g di zucchero a velo
25 g di farina
40 g di polvere di mandorle
1 cucchiaino di scorza d'arancia di Jaffa grattugiata
2 albumi leggermente sbattuti
1 pizzico di sale
80 g di marmellata di Arance di Jaffa (Home made, quella di mia madre)
120 g di cioccolato fondente al 70%

Riscaldare il forno a 190°C
Sciogliere il burro e lasciarlo raffreddare un po'.
Setacciare zucchero e farina, poi aggiungerci la polvere di mandorle e la scorza d'arancia. Aggiungere gli albumi sbattuti e il burro fuso raffreddato. Mescolare fino ad ottenere un composto denso.
Dividere il composto in 6 stampini da muffins e infornare per una decina di minuti, fino a che saranno leggermente dorati. Lasciarli raffreddare completamente negli stampi.
Porre le tortine su una gratella da pasticceria. Scaldare leggermente la marmellata e dividerla mettendola sulla superficie delle tortine. Lasciarla raffreddare.
Fondere il cioccolato a bagnomaria e con un cucchiaio, coprire le tortine. Lasciarle raffreddare completamente a temperatura ambiente in modo da far rapprendere il cioccolato.



Drop scones
(Ricetta di M.M.)

per 8 scones

200 g di farina
1 cucchiaino di bicarbonato
1 cucchiaino e mezzo di cremor tartaro
1 pizzico di sale
1 uovo
2 cucchiai di zucchero
175 ml di latte intero
30 g di burro fuso
un po' di burro per la padella

Mescolate la farina, il bicarbonato, il cremor tartaro e il sale in una scodella grande.
In un'altra scodella, sbattere le uova con lo zucchero, poi, aggiungere una buona parte del latte. Fare un buco nel centro della farina e versarci il composto di uova e latte. Mescolare fino ad avere un composto liscio, aggiungendo abbastanza latte per avere la buona consistenza, che non dev'essere troppo solida, abbastanza morbida da potersi allargare in padella, ma non troppo liquida da espandersi troppo.
Scaldare una padella di ghisa su fuoco medio-basso. Con l'aiuto di un foglio di carta da cucina, ungere di burro il fondo della padella. Versare qualche cucchiaiata di impasto in padella, con un po' di spazio l'uno dall'altro. Dopo 2-3 minuti delle bollicine cominceranno ad apparire, quindi, girateli delicatamente con una spatola e cuoceteli ancora un minuto, o fino a doratura. Posateli su un piatto, copriteli con un panno pulito e continuate a cuocere il resto degli scones.




14 commenti:

  1. How much I like the spirit you face MTC with! And what a result!

    RispondiElimina
  2. Il the foglie e acqua con l'acqua francese non poteva passare inosservato! (Anche io lo bevo solo puro.)
    L'inverno che arriva con le fragole ricorda le tigri che mangiano solo fragole dell'Eva di Mark Twain.
    Due cose improbabili ma in alcuni mondi forse possibili.
    Quanto alla Pimm's continuo a non aver idea di cosa sia.
    Ma in Thailandia non bevono il the?

    RispondiElimina
  3. Per piacere: nei muffin ho letto bene "25 g" di farina? e 60 di zucchero?
    E i bianchi leggermente battuti, vuol dire non montati, ma solo appena schiumosi, giusto?
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai letto bene :) ma c'è anche la farina di mandorle, forse ti è passata inosservata.
      E poi qui si può discutere di tutto, ma non sulle ricette firmate M.M.
      L'inverno in israele arriva con le fragole, confermo ;)
      E certo che in Thailandia bevono té, ma qui si trattava di farlo all'inglese.

      Elimina
    2. Figurati se le discuto, se mai disobbedisco... cioè, no: "scelgo" ;-). In realtà i 40 della farina li ho visti, volevo solo essere sicura. E già che ci siamo, poiché per me è fuori discussione comprarla fatta, non riesco mai a ottenerla fine come vorrei, specie se la quantità è poca. Sapresti suggerirmi qualche trucco?
      Quanto al the è che m'interessava l'idea di una contaminazione tra thailandese e inglese, e inglese e indiano, cosa che sarà senz'altro storicamente accaduta, del resto. Però capisco che in caso di gara ci sono delle regole magari un po' costringenti. Peccato, nel caso vostro sarebbe potuto uscire qualcosa di alquanto interessante.

      Elimina
    3. Io me la faccio perchè mi piace usare la pellicina, che poi è la parte più nutritiva. hai provato a congelare mandorle, contenitore e lame?
      Sì, stavolta niente contaminazioni, purtroppo.

      Elimina
    4. No, purtroppo no, è sempre bello provare a uscire dei propri canoni e conoscenze :)

      Elimina
    5. No, mai provato! Corro a fare spazio nel congélo, contenitore sarà impossibile ma lame e mandorle certo sì. Quindi vanno frullate congelate? Grazie!!
      È bello sì :).
      Un tè puramente coloniale.

      Elimina
    6. Sì, da frullare congelate. Poi dipende anche dal tipo e potenza del tuo robot. Meglio uno di quelli bassi e larghi invece del classico frullatore alto e stretto. a presto!

      Elimina
  4. alla fine le Jaffa cakes sono venute bellissime.
    Poteri della perseveranza.

    RispondiElimina
  5. I'm so glad you tried again with the Jaffa cakes, this time they look so much better but I bet the first time they were good just the same.
    And the consistency of your clotted cream is amazing, well done.
    I miss a good cup of Pimm's in the mid summer, I just want sun and warm in this never ending winter, in this part of the world. And you brought it to me with your Afternoon tea.
    So very well done Yan!
    Thank you

    RispondiElimina
  6. A Pimm's Cup is no bad starting point for a British Afternoon Tea! ;-)
    I like it all, but I especially relish the idea of a Winter with strawberries. :-)))

    RispondiElimina
  7. Very very good. Your clotted cream a dream ;-)

    RispondiElimina
  8. Thanks for all your efforts that you have put in this, It's very interesting Blog...
    I believe there are many who feel the same satisfaction as I read this article!
    I hope you will continue to have such articles to share with everyone!
    ดูหนัง

    RispondiElimina