giovedì 29 settembre 2011

Il mio menù per Rosh Hashanah (Capodanno Ebraico)




Ieri sera al tramonto, la comunità ebraica ha iniziato la festa di Rosh Hashanah, il capodanno. La celebrazione dura due giorni e apre il periodo chiamato delle Feste Maggiori che conduce fino a Yom Kippur, Il Giorno del Perdono, la più importante festività per gli ebrei osservanti.
Le abitudini culinarie per l'anno nuovocambiano di casa in casa, ma mantengono certe particolarità. Il miele, i cibi dolci e quelli che simboleggiano la prosperità e l'abbondanza, come i fichi, il sesamo e il melograno sono parte essenziale del menù.
Inoltre, è importante mangiare dei frutti "nuovi" nel senso di frutti di stagione che ancora non abbiamo mangiato quest'anno. I datteri, l'uva e il melograno sono stati i nostri frutti nuovi per questo 5772 che comincia.
Il pesce è tradizionalmente la base della cena di Rosh Hashanah, preferibilmente intero e con la testa, a simboleggiare appunto "la testa dell'anno". 
Un'altro simbolo del capodanno è la Challah, il pane intrecciato del venerdì sera, che in quest'occasione prende forma rotonda, simbolo del ciclo della vita e della vita e dell'integrità dell'universo creato. I semi, sia di sesamo o di papavero blu, sono invece simbolo di fertilità e prosperità. Sebbene il coltello sia presente a tavola, la Challah non si taglia, ma si spezza subito dopo la Benedizione del Pane, per distribuirla ai commensali.
Con questo menù, auguro a tutti gli amici ebrei e non, un sereno e dolcissimo anno 5772:


Salmone ripieno di datteri e mandorle

Fagiolini al miele e sesamo

Challah rotonda all'uvetta 

Tartalette alle mele, con mandorle e miele





Shana Tova Umetuka.






Salmone ripieno di datteri e mandorle


Ingredienti per 8 persone:


1 Salmone di circa 2 kg, pulito 
150 gr circa, di datteri, snocciolati e tritati
50 grammi circa, di riso cotto
foglie di coriandolo tritate
mezzo cucchiaino di zenzero
mezzo cucchiaino di cannella
50 gr di mandorle "sbiancate' tritate grossolanamente
1 cipolla bianca, finemente tritata
50 gr di burro ammorbidito
sale e pepe







Riscaldare il forno a 180°. Sciacquare bene il pesce all'interno ed esterno e asciugarlo, condirlo poi con sale e pepe. In una terrina, mischiare i datteri, il riso, il coriandolo, lo zenzero, la cannella, la metà della cipolla e la metà del burro burro. Condire con sale e pepe e mischiare il tutto per ben distribuire gli ingredienti.
Farcire il salmone e metterlo su un foglio di alluminio ben unto di olio, abbastanza grande da poter avvolgerlo tutto. Ungere il pesce con il burro rimasto e metterci sopra il resto della cipolla. Chiudere il pesce in un cartoccio fatto con il foglio d'alluminio e infornarlo per circa 45 minuti, ma facendo attenzione alla cottura già passati i primi 20 minuti.
Anche delle trote in monoporzione saranno perfette per questo piatto.




Fagiolini al miele e sesamo

Ingredienti per 8 persone:

1 kg di fagiolini, lavati e senza punte 
50 gr di burro
2 cucchiai di miele
3 cucchiai semi di sesamo
sale



Lessare i fagiolini in acqua salata fino a farli cuocere "al dente". A parte, sciogliere il burro in una padella e saltare i fagiolini. Aggiungere quindi il miele e cuocere fino a far caramellizzare il tutto. Spolverare di semi di sesamo.




Challah tonda all'uva passa 

500 gr di farina
2 uova grandi o 3 piccole
2 cucchiai di zucchero + 1 cucchiaino
2 cucchiai di lievito secco
125 ml di acqua tiepida
125 ml di olio extra vergine d'oliva
10 gr di sale
100 gr di uva passa
un tuorlo d'uovo
un cucchiaio di acqua
semi di sesamo o papavero




Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida insieme a un cucchiaino di zucchero e far riposare una decina di minuti fino a far formare una schiuma. Mischiare la farina, il sale e lo zucchero e versarci il lievito e cominciare ad impastare, versare poi l'olio e per ultimo le uova, uno ad uno, fino alla loro incorporazione. Lavorare fino a che l'impasto si stacchi perfettamente dalla ciotola, lasciandola pulita.
lasciar lievitare per almeno due ore, dopodichè, sggonfiare l'impasto e tagliarlo in tre parti uguali.
Stendere su un piano infarinato ognuna delle parti lunghe circa 35 centimetri e larghe 20. Spargere l'uva passa sulle tre parti e arrotolarle sulla lunghezza, in modo da ottenere tre lungi "salsicciotti". Unirli da un capo e cominciare ad intrecciare come se fossero ciocche di capelli, dopodichè, formare una corona con la treccia ottenuta, unendo i due estremi. Lasciare lievitare ancora due ore. Io ho costruito un anello di alluminio da mettere nel centro in modo che in lievitazione e in cottura il buco nel centro non fosse compromesso. Sbattere il tuorlo d'uovo con un cucchiaio di acqua e spennellarlo sulla challa; spolverare di semi di sesamo o papavero.
Infornare in forno già caldo a 200°C per circa 15-20 minuti.




Tartalette di mele con mandorle e miele

Per 8 tartelette:

Per la frolla
200 gr di farina
100 gr di zucchero
100 gr di burro
2 tuorli d'uovo

Per la crema:
100 gr di polvere di mandorle
100 gr di zuccheo in polvere
75 gr di burro
1 uovo
1 cucchiaio di amido di mais

2 mele golden
4 cucchiaini di miele




Preparare la frolla lavorando tutti gli ingredienti fino ad ottenere una pasta con la quale farete una palla e conserverete una mezz'ora in frigo.
Durante questo tempo, sbattete energicamente per una decina di minuti gli ingredienti della crema fino ad ottenere un composto omogeneo e rigonfio.
Stendete la frolla e ricoprite 8 stampi da tartelette, distribuire la crema negli stampi. Sbucciare e affettare le mele e adagiarne 4 fettine su ogni tartelette, anche se il numero dipende dalla grandezza dello stampo che state usando e dalla grandezza della mela.
Cospargere ogni crostatina con un filo di miele e infornare a 180° per 15 minuti circa, fino a che la frolla prenda un bel colore dorato.

63 commenti:

  1. wow che bello Ele.. grazie per averci raccontato una festa che non conoscevo, magari anche altri ignoravano!! questo menù poi è splendido.. del melograno lo sapevo che era simbolo di prosperità e abbondanza dei semi di sesamo e dei fichi no! ti faccio nuovamente ancora tanti auguri e ti abbraccio!!!

    ps: proverò tutte queste ricette... la lode al Challah mi ha colpito tantissimo!

    RispondiElimina
  2. Wow, che post sostanzioso in tutti i sensi Ele!Ho adorato il racconto, dei piatti non ne parliamo, ottimo il salmone, stuzzicanti i fagiolini, e i dolci poi, gnammm!Ancora, ancora!Baci

    RispondiElimina
  3. Buon capodanno ebraico allora!!! ammazza che ottimo menù.. in particolare mi attirano (oltre i dolci) i fagiolini miele e sesamo.. voglio farli!!!! smack :-)

    RispondiElimina
  4. Innanzitutto tantissimi auguri, in particolare perché si risolvano con giustizia tutti i conflitti in atto. Non posso non riconoscere nel Challah la similitudine con la nostra Pupa, un pane intrecciato, che si spezza non si taglia. E' una forma che spesso Rita da al nostro pane fatto in casa. http://cucinasuditalia.blogspot.com/2010/03/panini-e-trecce-di-semola-di-grano-duro.html

    RispondiElimina
  5. Caspita un menú da mille e una nottte.. uno spettacolo!!! un abcio

    RispondiElimina
  6. Auguriiiiiiiiii!!!!
    Menù davvero delizioso! un bacione :)

    RispondiElimina
  7. Che menù mia cara.
    Credo che il salmone te lo copierò (posso?) anche se dovrò cambiare pesce perché alla Manu il salmone non piace.
    Bacioni
    NB: Auguriiii

    RispondiElimina
  8. un menù fantastico, assaggerei tutto quanto ma, da vera golosa, inizierei dalle tartellette!
    complimenti Eleonora!!!

    RispondiElimina
  9. Bellissimo post! Mi hanno sempre affascinato le tradizioni della religione ebraica e con te mi ci sento più vicina :)
    Un bacione

    RispondiElimina
  10. un menù fantastico, assaggerei tutto quanto ma, da vera golosa, inizierei dalle tartellette di mele.
    complimenti Eleonora!

    RispondiElimina
  11. Che magia questo capodanno ebraico.
    In questi piatti c'è tutto il sapore e il profumo della terra che tu descrivi in maniera splendida.
    Buon 5772.

    RispondiElimina
  12. Oh oh ohhhhhhhhhhhh :)!
    Segnato tutto, ma quel pane challah è indiscutibilmente in cima alla lista del "to do"! Già sudo freddo per l'intreccio :))
    Un bacione bimba, buon capodanno ancora auguroni al capo cuoco :-*

    P.S. confessa che ha cucinato lui :))

    RispondiElimina
  13. veramente interessante il salmone... ci farò un ensierino!
    grazie :-)

    RispondiElimina
  14. Avrei voluto essere lì con te a condividere da cristiana questo momento di gioia! Al di là di ogni credo, penso sia stato davvero un momento emozionante e intenso. Chissà ... forse un giorno sorella... magari nel 5773! Un abbraccio

    RispondiElimina
  15. Il Challah mi piace tanto, forse un giorno provero' a farlo. Quando si mangia oltre al capodanno? Non sono sicura di averlo visto con l'uva passa pero', l'idea mi stuzzica :-).

    Ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
  16. Buon capodanno! che belle ricette! davvero particolare il pane, il salmone e tutto! grazie per aver condiviso le tue tradizioni, ciao cara

    RispondiElimina
  17. o mio dio..nn so da dove iniziare.. devo essere onesto che questo uso di miele e mandrole OVUNQUE praticamente mi lascia così--- di sesamo ahahahah battuta nerd :D.. cmq tesoro versmente il pesciolino te lo copio sicuro come minimo sembra favoloso. auguri a tutta la famiglia e a lollino.. p.s. nel mio post di oggi c'è una dedica a qualcuno anche :D

    RispondiElimina
  18. Ragazza sempre squisita e originale la tua cucina....poi oggi questo racconto è davvero dolce come il miele!! Kissssss

    RispondiElimina
  19. ..perchè non mi fa postare????....sigh....

    RispondiElimina
  20. ...ok ok....non mi aggiornava la pagina....^_^

    RispondiElimina
  21. Grazie di aver condiviso con noi il tuo Capodanno! Ancora auguri!!!

    Tra l'altro sono sempre stata curiosa di sapere cosa fosse la Challah che sentivo nominare ogni tanto :)

    RispondiElimina
  22. Che meraviglia Ele!!!Un menù davvero speciale e posso immaginare i frutti come saranno dolci e succosi dalle tue parti :) Che gustoso banchetto ti porgo allora i miei auguri ed un bacione!!!

    RispondiElimina
  23. Ciao Eleonora!!Prima di tutto auguri e un abbraccio stretto che sia un nuovo anno in una nuova terra pieno di amore e ricette gustose come queste!!Devo commentare anonimo ho problemi con il mio url :( Comunque sono io Federica (http://oradeltea.blogspot.com/)

    RispondiElimina
  24. Ciao Eleonora!!Prima di tutto auguri e un abbraccio stretto che sia un nuovo anno in una nuova terra pieno di amore e ricette gustose come queste!!Devo commentare anonimo ho problemi con il mio url :( Comunque sono io Federica (http://oradeltea.blogspot.com/)

    RispondiElimina
  25. Ciao Eleonora!!Prima di tutto auguri e un abbraccio stretto che sia un nuovo anno in una nuova terra pieno di amore e ricette gustose come queste!!Devo commentare anonimo ho problemi con il mio url :( Comunque sono io Federica (http://oradeltea.blogspot.com/)

    RispondiElimina
  26. Accidenti Ele che bel menu! Tutti quei semini mi fanno impazzire! Ho conosciuto una nuova festa e nuovi modi di cucinare vecchie cose. Che bello!! Prendo appunti :)

    RispondiElimina
  27. grazie per aver condiviso con tutte noi una festa così importante che io personalmente non conoscevo! e che bel menu complimenti :-)

    RispondiElimina
  28. quante cose interessanti che non conoscevo...e che menù delizioso!!! ;)

    RispondiElimina
  29. stupendo...sembra sentir parlare di un altro mondo!

    RispondiElimina
  30. Che bello! Hai girà imparato tutte queste ricette particolari. Mi incuriosisce molto il Challah!
    Grazie per questo post, è molto bello leggere di tradizioni e culture diverse.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  31. Mamma mia Ele che menu'....quante cose buone e bellissime da vedere!!!!! Sei formidabile!!!!

    RispondiElimina
  32. beh allora augurii!
    confessiamo la nostra ignoranza sulle tradizioni ebraiche che questo post inizia a colmare ^_^
    il menù è spettacolare!

    RispondiElimina
  33. Che belle queste tradizioni, sono contenta che ci tieni anche tu. Tutto stupendo, complimenti. Baci ele

    RispondiElimina
  34. Ciao Eleonora!
    Che bello il Challah, deve essere proprio buono e decisamente l'immagina ispira le mie papille gustative.
    Mi ha lasciata stranita invece il miele coi fagiolini, visto he io li mangio in modo classico con olio sale e aceto... Il pesce invece lo inviteri a casa mia...ma non credo che verrà mai da me già pronto, vero?
    Un bacio e mi consolo con il dolcino finale!^___^
    Nunzia

    RispondiElimina
  35. Auguri! E' un menù proprio affascinante.

    RispondiElimina
  36. che bello scoprire nuove tradizioni e vedere che ti ambienti bene!

    RispondiElimina
  37. Buon anno!
    Complimenti per il menù, in particolare per la Challah.

    RispondiElimina
  38. grazie per aver condiviso con noi questo speciale evento.. baci

    RispondiElimina
  39. Affascinante scoprire nuove tradizioni religiose e culinarie, molte si possono ritrovare anche nel nostro capodanno come mangiare primizie o il melograno. Auguri doppi per il capodanno e per il tuo piccino un vero dono del cielo!

    RispondiElimina
  40. Che forte! sono talmente ingorante in materia che qualsiasi riga che leggevo era un ohhhhhhh di stupore!
    Non so se il nostro capodanno ha tutti questi significati...ma non credo!boh!
    cmq potrei venire a festeggiare con voi, il menù mi piace proprio!:D
    tanti auguri allora per un 5772 esimo nuovo anno!...ammazza come sei vecchia :D

    RispondiElimina
  41. Allora auguri!!! Grazie di averci raccontato questa festività...mi piace molto, e mi piace anche questo menù e il suo significato!!!! Che bello! Ciao Ele!!

    RispondiElimina
  42. Splendido menù e belle foto! Un anno sereno e pieno d'amore a tutti voi!

    RispondiElimina
  43. Happy New Year and Happy New Beginings. I liked your Challah recipe. I'm going to try soon

    RispondiElimina
  44. Che menù da sballo!!!
    Grazie di tutto stella :)per averci fatto conoscere la tradizione e per le ricette!

    p.s che farina hai usato per il challah?

    RispondiElimina
  45. C'è da perdersi Ele, bellissimo, grazie per aver condiviso !!

    RispondiElimina
  46. che dirti tutto perfetto!!!!!!!!

    RispondiElimina
  47. Prima di tutto tantissimi auguri di buon compleanno a LOLO, poi Buon anno nuovo!!!! e poi e poi...sai che mi piacerebbe atnto vedere, avere, assaggiare i semi di papavero blu??? BAci, Flavia

    RispondiElimina
  48. è passato vero...neanche una briciola di tutto quel ben di dio!!! vero? mannaggia a me e quando mi distraggo...baci.

    RispondiElimina
  49. Incantata da tanta grazia e gustosa bontà. Sei veramente unica :)

    RispondiElimina
  50. tanti complimenti e auguri per il nuovo anno, ho apprezzato tutto in particolare quei fagiolini sono una meraviglia

    RispondiElimina
  51. E' sempre così emozionante leggerti, hai una capacità di trasportare il lettore direttamente nel tuo racconto, le immagini si fanno così reali e sembra persino di sentire voci e profumi.
    Non conoscevo questa festa, nonostante io abbia origini ebraiche (la mia bisnonna materna era polacca ebrea, in realtà non ho proprio nessuna conoscenza a riguardo della cultura ebraica (sono pessima, lo so) -.-'

    Il tuo menù è davvero fantastico, mi sarebbe piaciuto tantissimo sedere a tavola con voi ^__^
    Buon capodanno allora :-D

    Bacini :-*

    RispondiElimina
  52. Un menù davvero all'altezza dell'occasione! Non conoscevo questa festività, buon 5772 anche a te!

    RispondiElimina
  53. non conoscevo la festa, nè i menu. I fagiolini te li copio subito immediatamente, tanto sono facili e veloci.. Interessante il pesce e davvero bellissima quella Challah!!

    RispondiElimina
  54. Ele davvero grazie per averci raccontato di tradizioni che non conoscevo...un menu eccezionale e tante ricette da provare! Buon anno allora!

    RispondiElimina
  55. Le tue ricette, oltre ad essere belle e buone, hanno anche una meravigliosa spiegazione che fa rivivere anche a noi la storia del piatto!

    Complimenti!

    RispondiElimina
  56. Che meraviglia!!! Grazie per averci spiegato per benino di queste tradizioni a me sconosciute!!! E' la perfetta introduzione per farci entrare nell'atmosfera del menù!! :)

    RispondiElimina
  57. Grazie per queste delizie e per le spiegazioni, mi piace leggere di un'altra religione e delle sue tradizioni, c'è sempre tanto da scoprire :-) un bacione

    RispondiElimina
  58. Buongiorno!... non mi ricordo se sei iscritto o meno su Oraviaggiando. Se non l'hai fatto, fallo subito…

    - puoi pubblicare ricette e vederle realizzate da grandi chef di caratura nazionale
    - puoi parlare del tuo ristorante preferito
    - puoi comunicare con tutti gli iscritti, seguirli (follow) ed essere seguito per tener traccia dei loro commenti, gusti e itinerari
    - puoi invitare a cena un ragazzo che ti piace
    - puoi farti una lista dei tuoi ristoranti preferiti per averli sempre a portata di "mouse" quando serve
    - puoi partecipare alle nostre cene e puoi scrivere sul nostro forum potendo aprire nuovi topic
    - puoi avere cene in omaggio


    Spero ti piaccia.
    Attendo la tua iscrizione

    RispondiElimina
  59. Shanà Tovà cara, anche se un pochino in ritardo. Quest'anno non ho proprio avuto tempo di preparare la challah! La tua, bella rotonda e luccicante è uno spettacolo, bravissima! Che sia un felicissimo 5772!

    RispondiElimina
  60. Esa Challah es divína! Besos

    RispondiElimina
  61. J'aime beaucoup cette forme de hallah
    je vais essayer ta recette
    J'ajoute ton blog dans mes favoris car je le trouve vraiment magnifique
    chavoua tov

    RispondiElimina