venerdì 10 giugno 2011

Paella de mariscos (frutti di mare)




Ci sono volte in cui non ho una storia particolare per un piatto. Soprattutto per quelle preparazioni della tradizione, altrui, come questa, la Paella spagnola, o meglio, una dei tanti tipi di Paella che si fanno in Spagna.
Paella ne avevo fatte tante prima di questa, ma avendo adesso un blog di cui curare la riputazione, questa volta, prima di lancirarmi ai fornelli, ho studiato il piatto su libri, ricette nel web e appunti presi da amici spagnoli nel corso della mia vita. Insomma, niente è stato lasciato al caso, ho semplicemnte solo avuto la sfortuna di volerla fare in un'epoca in cui le cozze, qui in Francia, scarseggiano perchè non è la loro stagione. La ricetta però le prevede, e la scrivo come l'avrei voluta fare se ne avessi avute di bone.

Eccovi il prodotto dei miei "studi" paellari:




Paella de Mariscos (frutti di mare)


Ingredienti per 8 persone
250 gr di coda di rospo (rana pescatrice)
250 gr di gamberi
olio extra vergine d'oliva
1 cipolla tritata
2 pomodori, sbucciati e senza semi e tagliati a dadini
1 kg di cozze (io non le ho messe)
1 peperone verde, tagliato a dadini piccolissimi
2 calamari
600 gr di riso
1 spicchio d'aglio
zafferano
prezzemolo
1 peprone rosso tagliato in julienne
100 gr di piselli sgranati
8 scampi
1 chorizo a fette
sale
pepe bianco




Tagliare le code di rospo a pezzi e conservarne la spina. Togliere il carapace e le teste ai gamberi e conservarle a parte. Pulire i gamberi del filo intestinale sul dorso, praticando una piccola incisione. Mettere in una pentola le spine di pesce, e teste e carapacei di gambero e coprirli di acqua abbondante che salerete un poco e porterete ad ebollizione. Pulire e cuocere le cozze  con 50 ml di acque e portare a ebollizione. Quando si saranno aperte, scolarle e conservarne l'acqua, che si aggiungerà al fumetto anteriormente fatto. Gettare le cozze che non si sono aperte e conservare le altre in una sola metà di conchiglia. Filtrare il fumetto di pesce in una ciotola, attraverso un canovaccio pulito e tenere a parte, completare con dell'acqua , se necessario, per ottenere un litro e 750 ml.
In una padella da Paella, far scaldare l'olio e far soffriggere la cipolla, i pomodori  e il peperone verde e cuocere il tutto 5 minuti, schiacciando la polpa dei pomodri con un cucchiaio di legno. 
Aggiungere il pesce, i calamari tagliati ad anelli e il riso. Cuocere qualche minuto senza smettere di giarare e smuovere, ma senza lasciar dorare. Salare e pepare e versare il fumetto caldo. Scuotere un poco la padella per distribuire bene il liquido.
In un mortaio, schiaciare l'aglio, il prezzemolo e lo zafferano con un poco di sale e aggiungere il tutto alla paella. Rimuovere dolcemente il tutto con un cucchiaio di legno perchè gli ingredienti si mischino bene. Una volta che la metà del fumetto sarà assorbita, disporre in maniera armonica il peperone rosso, le cozze, i piselli, gli scampi e le fette di chorizo. Lasciar cuocere a fuoco lento, finchè il liquido non sarà del tutto assorbito. 

Note :
Il segreto della buona riuscita della paella, secondo gli spagnoli è di farla riposare 5 minuti su un canovaccio umido prima di portarla in tavola.
Alcuni servono la paella con del limone tagliato in quarti. Altri, perferiscono aggiungere qualche goccia di limone al riso e al fumetto, poichè il succo di limone impedisce che il riso si attacchi.

45 commenti:

  1. Quella con i frutti di mare e il chorizo!!!!!!!! La più buona di tutte le paelle, per me. Bel lavoro dover badare ad una reputazione da difendere, eh? Ma fossi in te io non mi preoccuperei. Sei brava comunque. Bon Nuit. x

    RispondiElimina
  2. questo è uno di quei piatti che adoro ma che nn ho avuto mail il coraggio di provare a fare in casa perche mi sembra davvero un po impegnativo pero prima o poi mi lancio e mi segno la tua ricetta!!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  3. La paella la mangio volentieri in tutti i modi e prima o poi proverò a farla. Sicuro che prenderò lo spunto dalla tua ricetta. Bacioni

    RispondiElimina
  4. uno scampo quasi quasi te lo rubo!!!

    RispondiElimina
  5. Sì è una delle mie preferite, anche se non posso dire che quella di carne e pesce non mi piaccia, insomma basta che sia fatta bene mi piace in tutti i modi, e la faccio spesso, è il piatto unico....comunque stai tranquilla che la tua reputazione è salva...bacio

    RispondiElimina
  6. Mi hai chiesto un parere....e ti avverto....sarò cattivissimo!!!
    Dopo 2 anni di lavoro a Benicarlo (Valencia) mi sono fatto una certa cultura sulla paella...e la cosa più importante che ho capito è che una vera ricetta non c'è. Mi spiegavano che sopratutto in quella zona, dove si produce el arroz bomba, oltre ai campi di riso aveano l'orto e qualche animale, tipo polli conigli, ed il mare si trova a 2 passi. Visto che erano un pò distanti dal paese, il mangiare veniva preparato li in loco....e così oltre alle verdure dell'orto, se si riusciva a pescare qualcosa ci mettevano il pesce o marisco...o se magari avevano appena ammazzato un pollo o un coniglio ci aggiungevano la carne...tassativamente sempre con l'osso. Quindi cara amica...la tua paella per me è perfetta...anzi no...è troppo bella per essere mangiata! Un bacione

    p.s. sono stato troppo cattivo??

    RispondiElimina
  7. La paella la adoro in tutti i modi ma non l' ho mai fatta!!! La tua è davvero deliziosa e sicuramente molto gustosa...un bellissimo piatto!! Ti auguro un buon fine settimana!! Bacione...

    RispondiElimina
  8. Non puoi farmi venire voglia di paella alle 7 di mattina!!!!! Concordo con Gianni, è troppo bella per essere mangiata! Non credo che avrò mai il coraggio di provarci, ma il sogno di assaggiarla almeno una volta resta. Un bacione, buon fine settimana

    RispondiElimina
  9. Che colori e che sapori, davvero bella. Prima o poi dovrò provarla a fare, l'ho mangiata una sola volta e mi è piaciuta un sacco.
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  10. Mamma mia che delizia... un ottimo profumino di mare arriva sin qui!

    RispondiElimina
  11. Mai fatta la paella, mi incute una certa paura la preparazione. Ma dato che me la ritrovo già stupendamente cucinata, una bella forchettata me la prendo, ha un profuminio così invitante ;-)

    RispondiElimina
  12. Io invece al faccio spesso, è una vera bontà e la tua non fa eccezione. Perfetta!

    RispondiElimina
  13. La tua reputazione la difendi benissimo!!! :-) Secondo te, cosa si può mettere al posto del chorizo originale...il salamino piccante napoletano? però il chorizo non è detto che sia piccante.. Baci!

    RispondiElimina
  14. bravissima ele!
    ...da te c'è sempre da imparare qualcosa...oggi oltre ad una buonissima paella ho scopero una nuova parola ... "chorizo"!
    smack!buon fine settimana!

    RispondiElimina
  15. che meraviglia!!! complimenti, me la mangerei subito! ;)

    RispondiElimina
  16. grazie Eleonora per questo regalo prima della partenza :))) non vedo l'ora che venga domani!!!
    ti abbraccio
    dida

    RispondiElimina
  17. che meravigliosa bontà ele!!!!!! ho una paellera nuova mai usata che l'attende!!! appena trovo il tempo la preparò con al tua ricetta, so che sarà un successo con tutto lo studio che c'è dietro ;) buona mini vacanza!!!

    RispondiElimina
  18. Ciao!
    mi chiamo Angelica...
    sono capitata nel tuo blog e mi sono aggiunta tra i tuoi sostenitori!
    Mi piacerebbe leggere altre ricette e chissà commentarci a vicenda..se ti va fai un salto da me!
    baci

    RispondiElimina
  19. Eleonora che buona!!! buon weekend!

    RispondiElimina
  20. eccezionale!!!!!!!!!!!!complimenti!!

    RispondiElimina
  21. Ecco, io non l'ho mai fatta, ma amo mangiarla. C'è un ristorantino a Barcellona dove amo mangiarla. un abbraccio.

    RispondiElimina
  22. stupenda, io é da tanto che non la faccio!

    RispondiElimina
  23. Wow ha un aspetto fenomenale! Che bontà! Non mi sono mai cimentata nella preparazione della paella, prima o poi ci proverò... La tua però è insuperabile
    Mau
    http://incucinaconmauelele.blogspot.com

    RispondiElimina
  24. meravigliosa, è troppo invitante!
    complimenti ^__^

    RispondiElimina
  25. che bella e molto invitante... i tuoi studi sull'argomento sono stati ben ripagati!

    RispondiElimina
  26. Wooww...sei stata strepitosa Bellezza!!!!!!!
    è fantastica,complimenti!!!!;-))
    Conto d realizzarla anch'io prima o poi..:-))
    Un bacione*

    RispondiElimina
  27. Trooopo invitante,anche alle 5 di pomeriggio.
    Un abbraccio e buona Domenica.

    RispondiElimina
  28. meravigliosa... deliziosa... complimentiiiiiii

    RispondiElimina
  29. Volevo lasciarti un commento al post meraviglioso qui sotto!!!Ma non ci sono riuscita... Che brava che sei...Non vedo l'ora di provare la tua ricetta per aprire un ananas!!!
    Della paella cosa si può dire...Con o senza cozze...Vado a prendere la forchetta ;-)
    Un bacione

    RispondiElimina
  30. Un piatto ricchissimo, deve essere veramente eccezionale :)

    RispondiElimina
  31. Sono contenta che tu l'abbia postata. Mi serviva proprio questa ricetta. Approfitto della tua ricerca e delle esperienze fatte per provarla. Ti ringrazio tanto. BUon inizio di settimana

    RispondiElimina
  32. Ottima! Provero'sicuramente la tua versione =)
    un bacio

    RispondiElimina
  33. Talvolta la storia non serve perchè la foto racconta già tutto quello che serve dire, per assaporare, sognare il gusto...! Come in questo caso, tu sei riuscita bene a sintetizzare una tradizione con colori attraenti in un piatto di lusso. Mi piace!! ^_^

    RispondiElimina
  34. AIUTO!!!!!!Questo piatto esprime tanta ma tanta bontà.....assaggerei veramente molto volentieri....anche per merenda!!!!!!!!

    RispondiElimina
  35. che squisitezza questa paella!!!
    mi viene voglia di addentare il monitor! complimenti, ele! bacioni!

    RispondiElimina
  36. Fantastic recipe and presentation, I could smell all the flavors all the way from here....

    RispondiElimina
  37. non l'ho mai fatta perché mi sembra sempre un'impresa titanica, ma mi godo la tua presentazione :)

    RispondiElimina
  38. è stato davvero un grande piacere conoscerti! :D
    un abbraccione!

    RispondiElimina
  39. Eleonora, tutto bene?! Iniziamo a sentire la mancanza dei tuoi meravigliosi racconti.... un caro saluto!

    RispondiElimina
  40. Un piatto meraviglioso, viene proprio voglia di mare!!!
    Mi piace tantissimo, ma non avrò mai il coraggio di farla!!!
    Baci

    RispondiElimina
  41. la paella mi piace tantissimo anzi mi devo mettere all opera per farla ...
    by da lia

    RispondiElimina
  42. Che meraviglia!! E che voglia di averne ora, subito un piattone!! Io adoro la paella, in tutte le salse. Pensa che ho comprato un padellone tipico per cucinare la paella ENORMEEEE....e devo dire la verità lo uso anche abbastanza spesso. Quando sono stata a Valencia mi sono cibata solo di questo splendido piatto: ho provato quella solo verdure, solo pollo e coniglio, quella solo frutti di mare, mista pesce verdure oppure la completa....insomma tante e tutte buonissime! ora che ci penso dovrei avere anche delle belle foto....:-)
    Un bacioneeeeeee

    RispondiElimina
  43. Ma questa paella è una roba favolosaaaaaa!!! Ammetto di non essere molto esperta non sapevo ci andasse anche il chorizo.

    RispondiElimina
  44. Complimenti sembra ottima!!!!
    Chissà che bontà mmmmmmm

    RispondiElimina