mercoledì 12 ottobre 2011

Cheesecake al gelo di melograno...ogni chicco, un sogno



Aveva deciso di smettere di sognare. Erano ormai troppi i sogni accumulati nei vecchi cassetti logorati dal tempo e dalla fatica e ammonticchiati un po' dappertutto nella vecchia casa. Li si vedeva negli angoli, impolverati dal passare degli anni, negli armadi, chiusi per non far entrare il sole e anche nelle pentole vuote, aspettando una speranza che non veniva mai.
Troppi sogni, distanti, irrealizzabili, mancanti di avvenire si ritrovavano sparpagliati sul tavolo della cucina, in attesa di essere raccolti e chiusi in pugno e seminati in una terra fertile e lontana. Ma lei era sicura che ormai non sarebbe mai successo.
E allora chiese al vento di spazzarli via, ma il vento, presuntuoso e a volte vile, disse di no.
E implorò al mare, di portarli lontano con le sue onde potenti, ma l'oceano distante e calmo si negò.
Disperata invocò la terra sollecitandole di coprire e far sparire quei sogni impossibili e moribondi ma anche la terra, fredda e inumana non volle aiutarla.
E neanche il fuoco li volle bruciare. Erano troppi, accatastati ovunque, trasparenti come lacrime, rossi come l'amore che dà sempre vita ai sogni. Sì, perchè lei povera di tutto, ma ricca in amore, produceva sogni sorprendenti grazie a quella forza, la più grande dell'universo. 
Terra, vento, mare e fuoco non avrebbero mai potuto cancellare tale portento.
E lei alzò gli occhi al cielo, verso quel Dio in cui non credeva più da tanto tempo, avvilita e affranta e gli chiese in un urlo disperato di portarsi via tutti quei sogni e di permetterle di non sognare più.
Non si possono buttar via i sogni d'amore- rispose Dio, con la sua voce intensa.
E allora prese tutti i sogni trasparenti e rossi nelle sue mani e li rinchiuse in uno scrigno rotondo, come il mondo e come l'infito e lo trasformò in un frutto, perchè possano germinare e prendere vita.
Fu così che Dio creò il melograno. 







Cheesecake al gelo di melograno




Ingredienti per una cheesecake di 23 cm

per la base:
250 gr di Graham Crakers (la ricetta la trovate da Zucchero e Viole)
65 gr di burro
2 cucchiai di zucchero di canna

per il ripieno:
650 gr di formaggio cremoso (io ho usato un formaggio locale, con la consistenza tra la philadelphia e il mascarpone e un sapore neutro, molto meno salato della philadelphia)
3 uova
100 gr di zucchero semolato
la buccia grattata di un limone bio

per il gelo al melograno:
3 melagrane
qualche cuchhiaio di acqua
100 gr di zucchero semolato
3 cucchiai di fecola di mais

i chicchi di una melagrana, per decorare




Accendere il forno a 160°. Nel mixer, macinare i biscotti e mischiarli poi con lo zucchero. Unire il burro fuso e farne una pasta sabbiosa che premerete conto il fondo di una tortiera a cerniera.
Lavorare il formaggio con lo zucchero fino a renderlo una crema. Aggiungere le uova e una volta incorporate, la buccia di limone grattata. Versare nella teglia e infornare per un'ora circa, o fino a che la superficie abbia un bel colore dorato. Lasciar raffreddare completamente.
Per il gelo:
Prelevare tutti i semini dalle tre melagrane e metterli in un frullatore con qualche cucchiaio di acqua. Passare il liquido a setaccio, dovreste ottenere circa 250 ml. Mischiare il succo con il resto degli ingredienti fino a dissolvere bene la fecola e lo zucchero e metterli in un pentolino a fuoco basso, finchè non si ottiene una crema spessa. Lasciar intiepidire e versarla sulla cheesecake in modo da coprirla uniformemente. Decorare con i chicci di una melagrana.
Mettere in frigo per almeno 4 ore prima di aprire la cerniera e servire.




Con questa ricetta partecipo al contest di Fujiko: 


71 commenti:

  1. Che meraviglia Ele, mi piace moltissimo la storia della nascita del melograno, ma mi piace ancora di più questa cheesecake, coloratissima e squisita!Mmmmh dev’essere buono il formaggio che hai usato, il Philly ogni tanto nelle cheesecake è troppo forte!Un abbraccio e mille baci

    RispondiElimina
  2. Che meraviglia la storia della nascita del melograno...un frutto così magico che ora ha un senso ancora più intenso.E...slurp questa ricetta!credo proverò a farla...leggerti è sempre una scoperta.
    Un sorriso.Niki

    RispondiElimina
  3. Terra, vento, mare e fuoco fecero la scelta più giusta. E’ così bello sognare, a volte è tutta lì la forza di andare avanti...nei sogni!
    La foto del melograno è stupenda. E’ un frutto che istintivamente associo al Natale ma per quanto non sopporti le feste natalizie, il melograno mi porta sempre una ventata di allegria insieme ad un carico di ricordi. Un baciotto

    RispondiElimina
  4. Bellissimo la nascita del melograno, avrei voluto continuare a leggere, ma quando lo scrivi un bel libro?! Questa cheesecake è davvero particolare mi piace il dolce del torta con il contrasto acidulo della marmellata, fantastica anche la foto! caspita fai conto che non abbia scritto questo commento! volevo solo scrivere wow che bella e che buona!

    RispondiElimina
  5. che cosa poetica la nascita del melograno! Questa torta è magnifica poi...

    RispondiElimina
  6. assolutamente un capolavoro in red.adoro le cheese cake e poi il melograno porta fortuna e quindi la realizzazione dei desideri

    RispondiElimina
  7. bellissima questa storia così come a tua cheesecake. bacio

    RispondiElimina
  8. e fu cosi che venne creato il melograno simpatico frutto ricco di pepite vivaci pronte per questa delizia... :)

    RispondiElimina
  9. Una meraviglia deliziosa...complimenti.


    ciao

    RispondiElimina
  10. Ele quando leggo i tuoi racconti rimango sempre a bocca aperta e un pochino sognante..mi piace troppo come scrivi! E poi questa ricetta la adoro! Il melograno lo mangerei a volontà ma quest'anno il nostro albero ne ha portato solo 1. E al mercato costan davvero troppo ( li ho trovati a 3 euro l'uno ed eran pure mezzi acerbi). Un baciotto

    RispondiElimina
  11. Che spettacolo: il dolce e la storia.
    Come promesso questa sarà la mia prima cheesecake.
    Visto che mai riuscirò a farla come la tua mi sa che dovrò venirti a trovare nella stagione dei melograni. A proposito alla Manu non piacciono la chessecake però ADORA il melograno. Credo che piacerà anche a lei.
    Bacioni

    RispondiElimina
  12. Che bello tutti i sogni racchiusi in un frutto, bello e buono come il melograno!!
    Storia e ricetta favolosi!!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  13. non conoscevo la storia del melograno bellissima..e anche questa cheescake e visto che a casa mia ce ne sono a iosa ..la proverò sicuramente. baci Ele ..continua così

    RispondiElimina
  14. Ma è uno spettacolo!! adoro il melograno è bellissima complimenti
    Anna

    RispondiElimina
  15. Da te tesoro c'è sempre da imparare oltre che deliziarci con le tue proposte ci regali anche un sogno con le tue parole...sei unica!!baci,imma

    RispondiElimina
  16. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  17. Senza parole, bastano le tue stupende.

    :-)

    RispondiElimina
  18. Eccolo finalmente quel cheesecake che avevo visto su FB! Che bello questo post, ciò che scrivi è sempre così intenso e emozionale...e le tue ricette sono sempre così originali...questo cheesecake te lo copio! Posso vero?! ;-)

    RispondiElimina
  19. che bella la storia sul melograno, molto poetica! il melograno è un frutto molto bello e buonissimo e tu lo hai utilizzato al meglio :-)

    RispondiElimina
  20. QUesto è un capolavoro, il tuo post il cheese cake (anche a me piace cotto ;), complimenti!
    baci

    RispondiElimina
  21. il tuo modo di scrivere mi fa impazzire, grazie!!!

    RispondiElimina
  22. che bello il tuo racconto... e questo dolce è così elegante... sei sempre meravigliosa! baci

    RispondiElimina
  23. spettacolare... complimenti tesoroooooooo

    RispondiElimina
  24. Una favola... e un dolce all'altezza, Eleonora cara ti sei superata questa volta! bella e buona...

    RispondiElimina
  25. meraviglioso il racconto, l'ho riletto più di una volta tanto è bello!
    il cheesecake è ottimo :P
    ciao

    RispondiElimina
  26. Mi fai sognare...i racconti e le tue creazioni emozionano sempre

    RispondiElimina
  27. Grazie della ricetta, grazie del racconto, grazie della poesia.... e soprattutto grazie di essermi amica.

    RispondiElimina
  28. che bella storia!c'è molta immaginazione!nei sogni si può creare di tutto!complimenti!

    RispondiElimina
  29. Non avevo dubbi che sarebbe stata una delizia! Meravigliosa anche la leggenda sul come è nata la me melagranata! Per non parlare delle foto: sei il mio modello ispiratore e lo sai, ma non riuscirò mai a fare foto belle come le tue...
    Un bacio, Ale

    RispondiElimina
  30. Ma che bella storia e che buona la tua cheesecake!
    Bravissima|

    RispondiElimina
  31. Ele, direi che ogni tuo post e ogni tua ricetta sono un sogno!!! :-D Fortunatamente però, questi si traducono in realtà! :-))

    RispondiElimina
  32. che bell'idea...il melograno è un frutto stupendo e sopra questa cheesecake è meravigliosamente goloso! ;)

    RispondiElimina
  33. ... mi sembrava parlassi i me...
    Un bacio!

    RispondiElimina
  34. grazie per il racconto, emozione per me!!!

    RispondiElimina
  35. ciao Ele!!!!! tu ce l'hai fatta a usare i graham crakers per il cheese cake....io no, li ho mangiati tutti prima Ahahaha
    Comunque hai fatto una meraviglia, è proprio vero che il melograno è un frutto magico, è talmente bello.....
    Un bacione e a presto
    Smack

    RispondiElimina
  36. Ele, hai una capacità rara nel saper trasformare in poesia una ricetta... Bellissima e originale idea questa cheesecake!

    RispondiElimina
  37. Questa torta è un trionfo! Che colori! E l'idea di fare una cheesecake così penso sia molto originale! Complimenti vivissimi;)
    a presto:**

    RispondiElimina
  38. Inno poetico di un frutto che adoro fin da bambina. Foto e ricetta superlativi :)

    RispondiElimina
  39. Io oramai ho i cassetti, gli armadi, gli scrigni...i barattoli...insomma tutto dovunque c'è uno spazietto c'è pure un mio sogno da avverare, ma proprio non riesco a buttarli via...non ancora almeno!
    Ricetta squisita e le foto davvero da opera d'arte, brava la mia Ele!! Smackkkkkkkkk!!!!!!!!

    RispondiElimina
  40. ...proprio un sogno!

    besitos

    RispondiElimina
  41. Davvero un bellissimo post!!! Le foto sono un vero spettacolo e il racconto semplicemente sublime!!! Per non parlare poi della cheesecake che è veramente deliziosa!!
    Con l' occasione volevo invitarti a partecipare al mio 1° contest!!!
    http://idolcinellamente.blogspot.com/2011/10/regali-dalla-mia-cucina-golosita-e-non.html
    Vieni a vedere che ci divertiremo!! Un bacione...

    RispondiElimina
  42. Che storia e che cake,con quel contrasto tra il dolce della frolla e l'acidulo della marmellata,dev'essere davvero buona.
    Ele sei fantastica come sempre.
    Un bacio a te e a tutta la tua allegra brigata.

    RispondiElimina
  43. che dirti, perfetta ed originale.

    RispondiElimina
  44. queste foto fanno impazzire, soprattutto dalla volgia di avere una fetta di questa magnifica torta!

    RispondiElimina
  45. Che idea fantastica per usare il melograno, ti do il +1!

    Baci
    Alessandra

    RispondiElimina
  46. Questa è decisamente una delle ricette più originali viste ultimamente. Di stagione, dal colore che non può non mettere d'allegria, e soprattutto, mai vista in giro. Anche il sapore, quell'acidulino del melograno che adoro, deve essere una favola. Me la stampo e ti ringrazio proprio, non vedo l'ora che maturino le melagrane. 10+
    Veronique

    RispondiElimina
  47. La ricetta è ottima ma il grazie è sopratutto per un motivo.
    L'avermi regalato un albero di sogni che non sapevo di avere nel mio giardino.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  48. dolcissima la storia sulla nascita della melagrana!
    cheesecake inusuale ma sono sicura che sarà buonissimo! e le foto? invidia!!!
    Baci
    Cris
    Poverimabelliebuoni

    RispondiElimina
  49. Fantastico...tutto fantastico...sei bravissima...e il gelo è godurioso al 100%...baci

    RispondiElimina
  50. Che splendore questo cheese cake, lo devo provare assolutamente.

    A proposito, c'e' un pensierino per te sul mio blog...

    /Alessandro

    RispondiElimina
  51. Ma che bel cheese-cake! Splendido!
    Con la melagrana, poi! ;)
    Fantastiche foto!
    Patrizia

    RispondiElimina
  52. Cara eleonora bellissima la tua ricetta,di melograni ne ho in quantita' e non sapevo mai cosa farci,chissa' se riusciro' a tentare il tuo gelo!Un bacio!

    RispondiElimina
  53. Che meraviglia ...che meraviglia ♥

    RispondiElimina
  54. Questo è davvero un capolavoro da gustare!!!

    RispondiElimina
  55. Che meravigliosa storia....Ho il giardino pieno di alberelli di malograni certamente non cosi rossi e succosi,ma sapreò cosa farci la prossima volta che faccio un cheesecake ;) mi piace molto quando alterni i tuoi piatti salati e speziati con queste dolci e deliziose ricette!!

    RispondiElimina
  56. tu sei un'artista!una poetessa, una fotografa, una cuoca speciale! che bella la terza foto! e secondo me è superbuona, i colori sono divini!

    RispondiElimina
  57. foto stupende e ricetta invece pure :DD un abbraccio :X

    RispondiElimina
  58. Eleeeee, sei riuscita a farmi ingolosire da una cheesecake!!!!!!!!!
    E che dire della storia? meravigliosaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!
    Baci

    RispondiElimina
  59. Che storia Ele, mi hai toccato il cuore,d'ora in poi guarderò il melograno con occhi diversi grazie a te..baci!

    RispondiElimina
  60. una storia affascinante... il cheese cake manco a parlarne è una meraviglia!!!
    un abbraccio e buon we

    RispondiElimina
  61. che bella poesia.. non si possono distruggere i sogni d'amore
    e la cheese col gelo di melograno è meravigliosa, brava Ele, davvero

    RispondiElimina
  62. Anche io ho pensato alla melagrana in questo periodo!! Per me è un po' come le ciliege, una bacca tira l'altra!!
    complimenti!

    RispondiElimina
  63. Ho perso il tuo bel cheescake (come di solito mi capita ultimamente!). Veramente è molto bello! Brava, Ele!
    Bacione e buon lunedì

    RispondiElimina
  64. bellissimo Ele poter legare la poesia in un piatto, l'amore è sempre un'ingrediente fondamentale che rende migliore ogni cosa ^^ lu

    RispondiElimina
  65. grazie dell'idea di come usare le 2 giganti melegrane (si dice così?) che ho in frigo..quest'anno sto in fissa con le varianti al gelo di mellone :)

    RispondiElimina
  66. che meraviglia ele... da guardare, colori e luci in questa foto meravigliosi! immagino sia stato anche buonissimo! sempre super brava!

    RispondiElimina
  67. Ma che bella storia...mi piacciono tanto questi passi poetici...quasi quanto mi piace la tua cheesecake..:-P
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina