sabato 5 settembre 2015

50 E NON SENTIRLE! IL GIUBILEO DELL'MTC!




Eccoci qui, la sfida più divertente del web (quella unica e inimitabile) è arrivata alla sua cinquantesima edizione. Dalla tortilla di patate, la prima sfida, l'MTC è cresciuto, maturato e oggi si festeggia con giubilo.
Possiamo vantarci di essere la community più longeva del web italiano, quella più originale e anche, perché non dirlo, la più taroccata e imitata, senza grande successo per i copioni, ovviamente. Perché? Perché ciò che ci distingue è la credibilità dei contenuti e, soprattutto la garanzia dell'affidabilità delle ricette proposte ogni mese, che sono sempre ultra-collaudate e riescono al primo colpo.
Insomma, il segreto è che siamo gente seria, che non si prende sul serio. 
Ho cominciato a partecipare alla sfida a febbraio 2011, e da allora è diventato un appuntamento fisso, tanto che da quando l'ultima piccola peste è nata, il mio blog è praticamente sopravvissuto grazie all'unica pubblicazione mensile per questo gioco. Sì perché poi il gioco diventa quasi una mania, si aspetta trepidantemente le nove del mattino di ogni cinque del mese per la nuova ricetta e le nove di sera del primo del mese per la proclamazione del vincitore. Poi la cosa bella è che il vincitore lo si festeggia come se tutti avessimo vinto e in realtà è proprio così, il successo di uno è sempre il successo di tutti perché lo spirito della community è quello della crescita personale, dell'imparare ogni volta qualcosa di nuovo, dell'essere tutti allievi senza nessun maestro in questa grande scuola di cucina virtuale che conta anche con una gran diversità culturale e geografica che rende le sfide sempre interessanti.
Ogni edizione è la scoperta di una nuova tecnica, di un ingrediente e le sue infinite possibilità e la sfida mi entusiasma ogni volta perché mi obbliga a riflettere, a dare un mio punto di vista alla ricetta, a cercarne una nuova prospettiva e poi partire alla caccia dei migliori ingredienti per realizzarla.
E poi...e poi c'è il lato umano della comunità, che non è un semplice gruppo di persone che postano una ricetta ogni mese, ma una "comitiva" di amici che si sostengono, sopportano e aiutano in ogni circostanza e progetto. Un problema di uno, diventano preghiere e dita incrociate di altri cento e più, malgrado la maggior parte non si sia mai visto nella vita reale.

Una grande famiglia. 
Un'eccelsa scuola di cucina.
Una community attivissima.
Una sfida unica e inimitabile.

insomma, diffidate dalle imitazioni e restate connessi durante quest'anno giubilare, pieno di sorprese. Non perdetevi nulla sulla sfida più divertente del web.
E se non lo amassi tanto, questo gioco, non gli avrei dedicato il mio primo post dall'India.

Un bacio da New Delhi

a presto!!!


6 commenti:

  1. "Insomma, il segreto è che siamo gente seria, che non si prende sul serio"
    E gente cara e sensibile e buona, che ci fa questi regali speciali...
    La bellezza dell'MTC è anche tanto merito tuo.
    Grazie per tutto.

    RispondiElimina
  2. Il lato umano dell'MTC è quello che più mi stupisce ogni volta che mi fermo a pensarci.. e si crea un tale legame di rispetto e fiducia, anche verso persone che mai si è incontrate nella vita, che quando nemmeno un'ora fa mi sono detta "basta, è ora che inauguri la mia tajine" il primo posto in cui sono approdata senza nemmeno pensarci un secondo è stato qui, alle tue ricette marocchine.
    Grazie di esserci sempre, in qualsiasi angolo del mondo tu sia.

    RispondiElimina
  3. Hai sintetizzato alla perfezione l'essenza dell'MTC: nessuna invidia, tutti a festeggiare il vincitore e tutti ad attendere trepidanti la prossima ricetta della sfida, pronti a sostenersi nel caso in cui qualcuno abbia problemi, proprio come dei veri amici fanno.
    MTC è questo e molto altro, per questo festeggiamo!

    RispondiElimina
  4. Ho sempre immaginato il momento della prclamazione del vincitore, con relativi festeggiamenti, come un lungo trenino, che a suon di pepepe e aeiouy, vaga per l'Italia fino ad inseguirti nei continui spostamenti e a toccare Londra, la Svizzera, ecc.. un trenino lungo un Mondo, fatto di persone che sanno mettersi in gioco seriamente senza prendersi sul serio. Un trenino lungo un mondo fatto di persone che sono ormai come una grande famiglia.. e in ogni famiglia che si rispetti, c'è sempre una mano tesa per ognuno :)

    RispondiElimina