sabato 20 novembre 2010

Questa Foresta è nera...ma golosissima


Ancora una torta? Ma non era un blog dedicato al mangiar sano?
Avete ragione, ma su, è l’ultimo compleanno dell’anno,  poi solo cose sane, anche dolci, ma sani, lo prometto.
Ah, no, ups, arriva Natale…ok ok.. Un Natale in salute… (sì, come no)
Ma la Foresta Nera, anche se ipercalorica, vale veramente la pena almeno un morsetto, se ci riuscite a limitarvi solo a quello…

Insomma, vi presento la Schwarzwälder Kirschtorte  la tipica torta alle ciliegie che viene dalla Germania, dalla regione della Foresta Nera.





 Ingredienti per la torta:
180 gr di cioccolato fondente (io uso sempre 70%)
200 grammi di burro
375 gr di zucchero
3 uova
2 cucchiai di estratto di vaniglia
300 gr di farina
1 cucchiaino di bicarbonato
un pizzico di sale
375 ml di acqua.

Per la bagna: acqua, zucchero e kirsch (ma visto che era per una festa di dodicenni io questa volta non l’ho bagnata, ma voi fatelo per bene, mi raccomando)

Panna montata, 750ml con 180 gr di zucchero al velo
Riccioli di cioccolato
700 gr di ciliegie (dovrebbero essere fresche, ma visto che non era stagione, le ho usate in barattolo, ma in conserva al naturale, non candite).

Preparatevi tutti gli ingredienti pesati e pronti per l’uso. Accendete il forno a 180°. Fate sciogliere il cioccolato con il burro come preferite, a bagnomaria o in microonde (personalmente preferisco la cara vecchia bagnomaria). 



Aggiungere le uova una alla volta senza smettere mai di impastare e aggiungere poi la vaniglia.
Mischiate la farina con il sale e il bicarbonato e aggiungete al composto alternando con l’acqua.
E qui, vi confido un segreto: in cucina, l’ordine dei fattori SI cambia il prodotto! Quando dovete alternare in una torta, gli ingredienti asciutti con quelli liquidi, iniziate e finite sempre con quelli asciutti!!!  Per qualche ragione (chimica o fisica) che non conosco, la torta cambia completamente di consistenza e guadagna in sofficità.
Versare il composto in una teglia da torta, imburrata e infarinata per 35 minuti, ma la prova stecchino è sempre consigliata poiché i forni non sono tutti uguali.


Far raffreddare per 10 minuti, sformare e lasciar raffreddare completamente.



Quando la torta sarà completamente fredda, procedete a tagliarla a metà trasversalmente.  Bagnate la metà inferiore con la bagna e spalmateci una parte della panna, poi spargeteci uniformemente le ciliegie. Pensate a conservarne qualcuna per la decorazione. 


Ricoprite con l’altra metà e spalmate di panna montata fino a ricoprirla tutta.
Decorate a piacere con la panna, ciliegie conservate e riccioli di cioccolato.
Oltre che per un compleanno di un goloso come mio figlio, questa torta farebbe un figurone sulla tavola di Natale, aggiungendole anche delle decorazioni di pasta di mandorle verde, simulando foglie di agrifoglio vicino alle ciliegie.



Vi lascio l’idea… intanto, io vado a cantare tanti auguri al mio neo dodicenne (al centro).


13 commenti:

  1. Attentato alla linea! ma che ci importa!!!! :P tanti auguri a tuo figlio!

    RispondiElimina
  2. Bella!
    Fai gli auguri al neo dodicenne!!!Poi voglio sapere i regali che ha ricevuto...^_^

    RispondiElimina
  3. A oui, en effet, tu ne fais pas les choses à moitié.
    Quand tu parles de fr un gâteau, le résultat est la.

    Le venard;)

    RispondiElimina
  4. Complimenti per le foto e per il dolce! Sono tra i tuoi lettori fissi ora! =)

    RispondiElimina
  5. mamma mia è veramente una delizia e il faccino sorridente la dice lunga!golosissima torta!

    RispondiElimina
  6. Che cariiiiini questi ragazzini e che bei sorrisi spensierati! ^_^
    Dunque gioia son sicura che gli ingredienti aggiunti siano di ottima qualità, più salute di questa! ^_*
    Che delizia!
    Baci e buon fine settimana

    ahhhhh tanti auguri a quel visino simpaticissimo ^_^

    RispondiElimina
  7. @Queen: giusto, una volta all'anno (o qualcuna in più) non fa danno.

    @Cranberry:grazie! il cucciolo ringrazia, era stracontento, la foresta nera l'ha chiesta lui!

    @Cam: c'est un peu mon caractère, d'arriver jusqu'au bout des choses, ou d'y essayer au moins!

    @Mari...grazie e benvenuta!!!

    Lucy: grazie infinite del tuo passaggio,ne sono onorata!

    @pagnottella: grazie da parte di Matti per gli auguri, ed è vero, gli ingredienti genuini e di ottima qualità fanno dello strappo alla regola, comunque una cosa tutta salute.

    Grazie dei commenti!!!

    RispondiElimina
  8. Bravissima, complimenti! anche per il tuo blog che ho scoperto per caso ;)mi sono aggiunta ai tuoi amici :), se vuoi vieni a trovarmi, ciaooo

    RispondiElimina
  9. Ciao Eleonora!!Che piacere conoscerti,contracambio volentieri la tua visita e ti faccio i complimenti per questa torta superlativa!La proverò senza meno...Adoro questo abbinamento che solitamente prendo nei gusti gelato(cioccolata amarena panna)Che onore per me ritrovare il mio blog tra i tuoi amici per la pasta,grazie!!Cosa cè di meglio nella vita del sorriso soddisfatto di un figlio goloso?Per me niente...ho una bimba di 3 anni ed è l'addetta a leccare la ciotola dell'impasto mentre io inforno!!Un bacione a presto Federica Fusco.

    RispondiElimina
  10. Sarebbe piaciuta anche a me una torta di compleanno così golosa. Non si dice "semel in anno linet insanire"? L'occasione mi pare che meriti tutta. Tanti auguri all'ometto di casa, un bacio

    RispondiElimina
  11. Ciao Eleonora, piacere di conoscerti:)
    io sono GLoria:)

    RispondiElimina
  12. Permettimi ma questa forse è da fare così e basta non posso distruggerla..dev'essere stata una bontà!!

    RispondiElimina
  13. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina