mercoledì 19 gennaio 2011

Menù per un mercante di spezie

 Vendeva spezie per dar gusto alla sua vita solitaria, che il destino aveva voluto fosse priva di sapore e assente di colore. Era solo al mondo e vestiva sempre di sfarzosa seta nera, un gran contrasto con quel negozio che profumava di pepe, zenzero, cannella e brillava alla luce dei barattoli di sale rosa, i curry sfumati di arancio, lo zafferano e i semi blu di papavero, un arcobaleno aromatico nella sua grigia vita.
Ma tutti quei colori e sapori sembravano sfumarsi nelle sue pentole. Una volta entrati nella sua dimora, tutto sembrava perdere il gusto e anche grandi quantità sembrava non bastassero mai.
Il mercante di spezie fece quel giorno il giro della sua gran casa, sulle pareti grandi quadri d'autore e arazzi antichi pendevano senza senso, per terra, tappeti persiani aspettavano inerti e preziosi i suoi passi affranti. Passò le mani sui suoi mobili intarsiati, preziosamente decorati da lamine d'oro o marmi pregiati; si sentiva potente, forte, pieno di quella gagliardia che da la posessione, il danaro, l'abbondanza e la ricchezza. Pensava che fosse la cosa più importante della vita, e che tutto si potesse comprare e vendere.
Ma la sua cucina, continuava ad essere insipida, sciapa e sbiadita. E non capiva perchè.
Sono uno dei più grandi mercanti di spezie al mondo, pensava, so la storia e la provenienza di ognuna di loro, conosco gli usi medicinale e culinario di ogni tipo, di ogni flacone, essenza, frutto e miscela esistente e non capisco, non riesco a comprendere perchè se uso le migliori, se ne uso in grandi quantità...il mio cibo non sa di nulla.
Amina veniva spesso al negozio, comprava pochi grammi di pepe o di zenzero, sorrideva con i suoi occhi color del miele e con quel poco che aveva a disposizione, profumava la casa e tutto il quartiere con qualsiasi cosa avesse fatto quel giorno: pan di cannella, pollo al curry, torta di mele e zenzero...
-Amina come fai, con tre grammi di pepe, a profumare il cibo in quella maniera?- le chiese un giorno.
E lei, che lo amava in silenzio da anni, ma che sapeva che essendo povera, lui non l'avrebbe mai accettata, alzò le spalle sorridendo. -Non lo so, forse è l'ingrediente segreto- rispose sbattendo le ciglia.
L'espressione del mercante divenne seria. -non è possibile- pensò, vendo tutte le spezie, erbe, e aromi del mondo, vendo frutta secca, miscele aromatiche e le conosco tutte...ingrediente segreto? Amina mi prende in giro-pensava, guardandola con sguardo interrogante.
-Se vuoi, vieni a cena da me e ti rivelerò il segreto.
Il mercante titubava, si sarebbe vergognato di esser visto entrare in una casa povera, ma la curiosità di un ingrediente che lui non avesse in negozio, lo mordeva nell'orgoglio. Lo pensò, e accettò l'invito, malumorato come sempre.
-Amina, prendi dal negozio quel che ti occorre e stasera verrò.
E lei prese le spezie, erbe e frutti secchi di cui aveva bisogno, con parsimonia, pochi grammi, così pochi che il mercante fu sbalordito dal sapore della cena, gustosa, colorata, unica.
Incredulo e soddisfatto, il mercante ancora non poteva credere di aver mangiato così bene con quel poco di aromi, quando lui, usava il meglio e in grandi quantità senza successo.
-Qual'è questo famoso ingrediente segreto?
Amina si alzò, gli prese le mani, lo guardò con i suoi occhi dolci e colorati come il miele e gli sussurrò dolcemente, piano, piano, una sola parola all'orecchio.
E la vita del mercante cambiò. In quella casa così povera, quasi senza mobili, con tappeti di corde intrecciate e pareti nude, infine lo seppe, che nella vita, come in cucina, quel che conta non è l'opulenza e l'abbondanza ma...

...L'Amore.

  
Per voi, il menù di Amina:
 





Riso pilaf profumato
Ingredienti per 4 persone
50 gr di burro
6 baccelli di cardamomo
1 bastoncino di cannella
2 foglie di alloro
300 gr di riso basmati
500 ml di brodo di pollo
1 cipolla tritata finemente
50 gr di mandorle in filetti
50 gr di pistacchi non salati tritati  grossolanamente
125 gr di fichi secchi
50 gr di albicocche secche
sale e pepe
prezzemolo e coriandolo tritati finemente

Far scogliere la metà del burro in una pentola con coperchio, aggiungere i semini contenuto nei baccelli di cardamomo e il bastone di cannella e farli soffriggere una trentina di secondi, prima di mettere il riso e le foglie di alloro e mescolare finchè il riso sia completamente imbevuto di burro profumato. Aggiungere quindi il brodo, portare a ebollizione e coprire, abbassando il fuoco. Deve cuocere a fuoco minimo durante circa 15 minuti e poi lasciar riposare, senza aprire durante 5 minuti ancora.
In una padella, fate sciogliere il resto del burro e quando comincia a far schiuma, gettateci le mandorle e i pistacchi e fateli rosolare muovendoli fino a che comincino a imbrunire. Aggiungere i fichi e le albicocche , rimovere per 3, 4 minuti e aggiungere il riso cotto, dal quale avrete levato il bastoncino di cannella e le foglie di alloro, il sale e il pepe. Sevire immediatamente, spolverato di coriandolo e prezzemolo tritati.





Manzo Balti
Ingredienti per 4 persone:
1 cucchiaio di olio di oliva
1 kg di spalla di manzo tagliata in dadi di 2 cm
1 spicchio d'aglio tritato
1 cipolla tagliata grossolanamente
2 cm di zenzero fresco grattato
2-3 cucchiaini di curry balti (mediamente piccante)
400 gr di pomodori pelati a cubetti
200 ml di acqua
coriandolo tritato finemente
1 pomodoro senza semi, tagliato a julienne

Far scaldare la metà dell'olio in una padella e fate dorare in più volte tutta la carne da tutti i lati e conservatela in caldo.
fate scaldare il resto dell'olio nella stessa padella e fateci soffriggere l'aglio, la cipolla e lo zenzero. Quando la cipolla sarà diventatata trasparente, rimettere la carne nella padella, con i pomodori , il curry e l'acqua. Portare a ebolizione, coprire e lasciar cuocere a fuoco molto basso circa un'ora o dipendendo dalla qualità e durezza della carne. Girare ogni tanto durante la cottura. e aggiungere dell'acqua in caso fosse necessario. Spolverare di coriandolo e di pezzi di pomodoro in julienne.





Mousse di cioccolato al pepe nero
Ingredienti per 6 porzioni
3 tuorli d'uovo
7 albumi
200 gr di cioccolato fondente 85%
75 gr di burro
due pizzichi di pepe nero, macinato finissimo
70 gr di zucchero

Far scogliere il cioccolato a bagno maria, aggiungere il burro in piccoli pezzi e mischiare. Aggiungere i tuorli d'uovo e il pepe e sbattere fino ad ottenere una preparazione liscia e vellutata. A parte, montare gli albumi a neve con lo zucchero. Incorporarli delicatamente al composto di cioccolato, con l'aiuto di una spatola, in movimenti avvolgenti dal basso verso l'alto. Versare in formine individuali o in coppette da dessert e mettere in frigo almeno per 2 ore prima di servire.




QUESTO MENU HA VINTO IN CATEGORIA MIGLIOR FOTOGRAFIA IL CONCORSO:



57 commenti:

  1. ti sei data ai racconti?
    Che bel modo di presentare un piatto. BRAVA!
    Kika

    RispondiElimina
  2. mamma mia che spettacolo questo menù... avrei divorato tutto io... bravissima tesoro!

    RispondiElimina
  3. Fantastico! Semplicemente fantastico!

    RispondiElimina
  4. Pieno di profumi e belle atmosfere. Mi hai catturata e ti aggiungo subito. baci

    RispondiElimina
  5. E la peppa Ele!!!!! ma te sei scatenata!!!!! quanta bella roba... baci baci .-)

    RispondiElimina
  6. Wow..a che ora si pranza che arrivooooo??
    p.s. bellissima la storia che hai raccontato ^_^
    Bacioni!

    RispondiElimina
  7. che presentazione.... fantastica.. hai talento davvero.. bellissima questa presentazione... e i piatti assolutamente invitanti.. i miei complimenti :)

    RispondiElimina
  8. Una bella storia per ottime ricette.......

    RispondiElimina
  9. Riesci atrasmettere profumi e sapori attraverso le parole...ma come fai?
    Bravissima è riduttivo!
    Baci

    RispondiElimina
  10. grazie per il menù davvero molto ricco e invitante....complimenti..
    baci da lia

    RispondiElimina
  11. Mi fai sognare...mi fai vedere!!!!


    Congratulazioni per la vittoria con la Tartara di salmone...bacioni, Flavia

    RispondiElimina
  12. Questo racconto è così bello che passano quasi insecondo piano le ricette, sono rimasta a leggerlo con gli occhi fissi allo schermo, colmi di passione per una storia così bella.
    Complimenti. un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Che bellissimo racconto!! sono rimasta così O_O i piatti sono favolosi e originali!1 Bravissima bella presentazione!!
    un bacio Anna

    RispondiElimina
  14. Complimenti! Sei molto brava! Bellissimo racconto, e ricette interessanti...da provare! Ti ammiro tanto:Iva

    RispondiElimina
  15. Questo menù è meraviglioso, speziato e golosissimo.. in particolare il riso mi ispira tantissimo e lo farò quanto prima! carino anche il racconto ;-) brava!

    RispondiElimina
  16. Eleonora! Complimenti per tutto, la storia, il menù, le foto! Sei bravissima!!!!

    RispondiElimina
  17. Adoro il riso pilaf e questo mix sembra proprio buono!!! gnammmmmm

    RispondiElimina
  18. ma... ma ... l'hai scritto tu? che meraviglia..... che bel racconto...... e che menù ricco di spezie e d'amore! sei GRANDE! baci Ely

    RispondiElimina
  19. Tutto favoloso!! Un trio davvero perfetto e complimenti per la presentazione eccezionale!! Bravissima! Un bacione.

    RispondiElimina
  20. ah... l'amore...
    sospirone...
    che storia romantica...

    RispondiElimina
  21. I tuoi post ci incollano sempre allo schermo, ci fanno sognare e viaggiare. Bellissimo!
    E il full menu speziato... magnifico!

    RispondiElimina
  22. mi sono persa in quell'atmosfera da mille e una notte ;D e a guardare il trittico mi è venuta anche fame! Brava brava brava

    RispondiElimina
  23. questo post è meraviglioso...amo le spezie e queste ricettine son perfette

    RispondiElimina
  24. Una storia che scalda i sentimenti, nonchè il cuore.
    Un menù che mette in moto tutti i sensi... dai profumi intensi, ai sapori coinvolgenti ai colori ammalianti.
    Non si può rimanere che rapiti, bravissima.
    Complimenti anche per la vittoria (meritatissima) della renna ^_^

    RispondiElimina
  25. Riesci sempre a catturarmi!!!!!!
    Gli aromi e quell'atmosfera mi circondano!!!!!
    Un menù profumatissimo!!!!!!!
    Sei......magica!!!!!!!!
    Un bacione!!!!!!

    RispondiElimina
  26. SSplendido post!!! tutto buonissimo, ma da golosona sono rimasta affascinata dalla mousse...favolosa!!! baci

    RispondiElimina
  27. Eleonora tu devi scrivere un libro:tra storie e fornelli....che atmosfere magiche,quanto sentimento e per finire ricette dai sapori lontani,che a giudicare dalle foto sembrano davvero squisiti!!Brava,come sempre!!

    RispondiElimina
  28. Che miscelanza di sapori e profumi... complimenti per questo gustosissimo menù speziato!!! Baci

    RispondiElimina
  29. Tesoro stavolta non so proprio da dove cominciare! Il racconto mi ha incantata e trascinata in un mondo da fiaba. Mai pensato di scrivere un libro? Ti si leggerebbe tutta d'un fiato! E questo menù profumatissimo, per me che di spezie vivo, è il top! Vabbè, se il secondo fosse stato pesce avrei gradito di più ma alla carne una tantum cedo anch'io!
    In quella moussse ci tufferei il cuchiaino all'istante ^_^ Baciotti

    RispondiElimina
  30. La storia è coinvolgente, bella davvero, e le ricette uno septtacolo per gli occchi e un paradiso per il palato dai gusti forti. Che brava!!

    RispondiElimina
  31. I tuoi racconti incantano non meno dei tuoi piatti. Sei bravissima. Complimenti sinceri.
    Un bacione
    Smack

    RispondiElimina
  32. Splendido post Eleonora, grazie, lo salvo integralmente!!!! Un abbraccio e complimenti!!!

    RispondiElimina
  33. Che bel menu Eleonora, il dessert mi incuriosisce molto!

    A proposito, se vuoi vincere il mio libro di dolci vieni qui


    http://alessandrazecchini.blogspot.com/2011/01/sweet-as-book-giveaway-seguimi-e-vinci.html

    tanto tu sei gia' una follower, devi solo lasciare un commento.

    Sono in viaggio per due settimane e ho poche possibilita' di connettermi, ma provero' a visitarti quando sara' possibile.

    ciao

    Alessandra

    RispondiElimina
  34. Eleonora!!! bel racconto e bellissime ricette! Te le copio al volo!!

    RispondiElimina
  35. adoro i tuoi racconti...sono eccezionali,toccanti...

    questo racconto è un augurio
    per tutte le bloggers
    affinchè l'ingrediente segreto di Amina
    sia in tutte le ricette...

    grazie ELEONORA

    RispondiElimina
  36. farò quella mousse...mi sembrerà di sentire il profumo della casa di Amina

    RispondiElimina
  37. Fantastico e speziato come piace a me! bellissimo anche il post! un abbraccio

    RispondiElimina
  38. Che storia meravigliosa, si vedono i colori e si sentono i profumi. I tuoi racconti rapiscono sempre, bravissima! Anche per questo menu'!!
    baci

    RispondiElimina
  39. Sei proprio brava Tesoro,hai allestito un menù speziato con i fiocchi,complimenti!!!! ;-)
    Bacio**

    RispondiElimina
  40. meravigliosooooooo!!!
    tutto meraviglioso!! il racconto, il menù, le ricette!
    adoro viaggiare e quando nn son in giro amo viaggiare leggendo libri, racconti, blog...
    grazie per questo meraviglioso post speziato! amo le spezie!!! mi hai fatto tornare in mente marrakech e il souk con le sue spezie colorate e aromatiche!!!

    RispondiElimina
  41. Ciao Eleonora,io non so cosa dire,ho letto tutto d'un fiato il tuo racconto e sei riuscita a trasportarmi li , tra le strade, nel negozio dEL mercante di spezie e sembrava quasi di sentire i profumi, sei riuscita a trasmettermi l'atmosfera di quei luoghi.Bravissima.Le ricette sono come sempre molto originali.Provero' quanto prima a fare la mousse.Un bacio Fausta.

    RispondiElimina
  42. E' un racconto bellissimo e significativo ed il tuo menu non è da meno ....

    RispondiElimina
  43. bellissimo racconto! e il menu fantastico! baci!

    RispondiElimina
  44. E ora? Dopo aver letto tutto... non posso resistere, almeno uno dei tre piatti devo assolutamente gustarlo... forse sceglierò la mousse... impazzisco per le spezie tutte...

    Un abbraccio Ele :-)

    RispondiElimina
  45. Cara Ele, una storia dolcissima per ricette squisite... che connubio!! Mi piace come scrivi e siccome scrivo anche io perchè non "facciamo" qualcosa insieme? Ti andrebbe? Se vuoi leggere un mio racconto puoi vedere sulla barra dx del mio blog alla voce: "Il pranzo è servito", racconti di una cuoca a domicilio, mi piacerebbe conoscere il tuo parere (io non scrivo soltanto per diletto, ho anche pubblicato diverse cosine nel tempo!).
    Intanto (nonostante la latitanza forzata ma ancora breve di questi giorni) stò procedendo con la lettura delle ricette del contest, alcune mi piacciono molto! Bacioni... a presto. Deborah

    RispondiElimina
  46. Ma noooooo!
    Lo vedi che non ci sono i miei post!!!!! Que passò? Grrrrrrr!
    Volevo farti tanti complimenti per tutto questo menù, per il racconto "speziale" e in vece niente, non si ha scritto niente!

    Cara Eleonora sei proprio brava, fai venire in l'acquolina in bocca con lquesto menù e poi il racconto... che dire... meraviglioso!

    besazos!

    (se questo post non rimane mi arrabbio...)

    RispondiElimina
  47. I "mercanti di spezie" son tanti,le "Amine",sicuramente di meno...Ma un racconto così,quasi una fiaba con un lieto fine, è quello che ci vuole in una quotidianità così disincantata!!Il cuore mi si è scaldato,perchè io volentieri mi lascio incantare e questa volta due cose hanno fatto in modo, che ciò accadesse..una storia incantevole e la magia del cibo!!
    Bravissima cara..è sempre un piacere stare un pò con te!

    RispondiElimina
  48. meraviglioso post! sono passata in quest giorni ma nn ho avuto un momento per un commento! volevo farti complimenti x il contest di cranberry, ieri ho fatto zapping di blog x andare a vedere la ricettina vincente! :-D molto bella la foto dei cupcakes, immagino profumatissimi!
    Non conoscevo questa storia.. molto profonda, immaginavo il mercante che si muoveva nella sua casa.. i profumi, i colori.. mi sn letta le ricettine cn attenzione, adoro le spezie, io oggi ho fatto un piatto e mi è venuto d'infilarci curcuma, pepe verde e.. poi lo vedrai postato :-D purtroppo nn riesco a trovarne di molte qui. Il cardamomo x es.. mai visto! peccato! p.s. ti lascio il link del mio nuovo sito web, il definitivo,dove ci saranno tutti i post, sul "vecchio" diciamo ci saranno ricette x intolleranti.. ti aspetto di là..ciao!

    http://www.vickyart.it/arte-in-cucina

    RispondiElimina
  49. Ele! Tu dovresti scrivere e scrivere, oltre che continuare a pubblicare ricette meravigliose! Io starei a leggerti per ore ed ore.... Ma forse già lo fai?
    Un abbraccio
    Rosalba

    RispondiElimina
  50. Ma che menù carino. Mi attira molto quel risottino, con quegli ingredienti deve essere di un profumato!!!!
    Baci!

    RispondiElimina
  51. Con un menù così Amina non poteva che far cadere ai suoi piedi il cuore del mercante di spezie.
    Che racconto meraviglioso...

    RispondiElimina
  52. quante ricette mi sono persa per averti conosciuto tari mannaggia.. com è bellina la cannella li su ;)

    RispondiElimina
  53. Ciao Eleonora, è un piacere fare la conoscenza tua e del tuo blog. Non ero mai passata di qua ma oggi ho letto di te nel contest di Flavia....(complimentoni!) così per curiosità son corsa a sbirciare il tuo spazio. Ho dato un'occhiatina qua e là ed ho ben capito quanto sia internazionale la tua cucina, io adoro l'universo infinito delle spezie quindi ho deciso di lasciarti queste 2 paroline proprio in questo post! Mi sento di continuare a farti i complimenti per la semplicità del tuo blog che nel contempo è infinitamente ricco di tantissime sfumature provenienti da tutto il mondo..E poi che dire dei tuoi aiuto cuoco....Sono stupendi!
    Spero di aver modo di conoscerti meglio, intanto mi aggiungo ai tuoi amici, è il primo passo che posso fare per seguirti nelle tue particolari preparazioni ;)
    Ciao

    RispondiElimina
  54. Anche il tuo menu non scherza eh?
    Bello l'uso che fai delle spezie mi piace assai!!
    Buona notte!

    RispondiElimina
  55. Ciao Eleonora... ho giusto appena il tempo per farti i miei auguri per la vittoria che ti sei ampiamente meritata!
    Un bacio e a PRESTO!

    RispondiElimina