lunedì 20 giugno 2011

Fusilli lunghi al limone e mazzancolle, e la città magica della sirena



Napoli, città di contrasti, di miti, di colori e sapori. 
I muri romani furono costruiti su fondamenta greche e le chiese cattoliche, su tempi pagani.
Passioni e tradizioni si intrecciano ai piedi del Vesuvio, in una città ricca di arte, immersa i un intrico di strade e stradine e vicoli di pietra.
Napoli è colore, è il blu del mare, il verde dei giardini, il multicolore delle facciate degli edifici e dei bucati ondeggianti al vento, che profumano di sole e di buono.
Napoli profuma di mare, di barche di pescatori, pesce fresco. Le strade profumano di pomodoro e basilico, di pasta che cuoce, di pizza e pasta cresciuta, e di ragù che bolle piano a fuoco lento.
È la città superstiziosa, piena di magia, di steghe che vivono in cima al vulcano, di venditori che offrono corni rossi per curare il malocchio e del "monaciello" che si intrufola nelle case per fare marachelle e nascondere le cose.
È l'urbe inebriante che la legenda vuole che sia stata costruita sulla tomba di una sirena, ma in realtà, la sirena Partenope è viva, è le che ammalia e insanisce la città e attrae i visitanti alle sue coste, ed è lei che fa innamorare y viaggiatori e li fa restare.
Ogni volta Partenope ammalia anche me, forse è per questo che ho cercato di catturare in un piatto tutte quelle emozioni vissute e i sapori di quel magico week end che si allontana.
È il mio modo d fissarli peri farli durare di più.




Fusilli lunghi al limone e mazzancolle

Ingredienti per 6 persone:
olio extra vergine d'oliva
12 mazzancolle
1 bicchiere abbondante di Falanghina (o un altro bianco)
200 gr di gamberi sgusciati
1 limone grande
un ciuffo di prezzemolo
2 spicchi d'aglio
500 gr di fusilli lunghi
sale
pepe bianco



Grattare la buccia di limone, facendo attenzione a non grattare la parte bianca, ma solo quella gialla.
In una padella, scaldare l'olio con il prezzemolo tritato, la buccia di limone grattuggiata e l'aglio e far cuocere le mazzancolle da tutti e due il lati, senza farle troppo imbrunire. aggiungere i gamberi sgusciati, e cuocere fino a farli diventare rosa. Sfumare con il vino, salare e pepare e cuocere fino a far evaporare il liquido alla metà.
A parte, cuocere i fusilli in abbondante acqua salata, scolarli e condirli con l'intingolo di crostacei.

54 commenti:

  1. Deliziosamente delicati, complimenti!

    RispondiElimina
  2. mentre leggevo mi veniva naturale canticchiare il pezzo di Pino Daniele " Napule è"..che tra l'altro è uno dei catautori che amo....Sono stata un apio di volte a Napoli, ero piccola...ma quel ricordo rimase vivo in me. L'ho sentita parecchio vocina alla mia Palermo. Una città che ha molto e che cela due reatà...il bello e il brutto...proprio come qui da noi. Il calore, i colori, i profumi e la gene la rendono speciale.
    La tua proposta racchiude le tue emozioni, io ci avrei aggiunto un bel pizzico di peperoncino...^__^. Un bacio Ale.

    RispondiElimina
  3. CIao bellezza...io sono rimasta ammaliata da questo piatto di meravigliosa pasta!!! Buona giornata...sai il tuo primo..starebbe bene con il mio secondo!!! BAci, Flavia

    RispondiElimina
  4. Eleonora ti prego, vai a vedere sulla pagina Garofalo di Facebook il commento che ho fatto alla notizia del lancio di Passione di Tuturro negli USA... MI HAI RISPOSTO IN TEMPO REALE! :-)

    RispondiElimina
  5. che buoni che devono essere questi fusilli.. ne mangerei volentieri un pò! :)

    RispondiElimina
  6. Molto poetica e fedele questa rappresentazione della mia città e piatto superlativo.
    Fabio

    RispondiElimina
  7. tesoro hai dipinto la mia città con colori magici ricchi di atmosfere...hai colto come sempre con le tue parole appieno lo spirito di Napoli che viene ben rappresentato anche da questo piatto che profuma di mare...che dici inseriamo questa ricetta nel mio contest??La trovo perfetta:D!!
    baci,Imma

    RispondiElimina
  8. confesso: non sono mai stata a Napoli la "conosco" per ciò che ho sentito dire o letto!!! trovo questo piatto molto profumato e buono :-)

    RispondiElimina
  9. Non ho avuto mai la fortuna di poterla visitare ma dev'essere proprio splendida!! La descrizione che ne fai è troppo bella sai! E questo piatto è un vera e propria tentazione! Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Non so se svenire per la pasta o per il piatto! Mi sa tanto per tutti e due :D! Bottino mercatino?!?!? Un bacione stelluzza, buona settimana :-*

    RispondiElimina
  11. Napoli è meravigliosa, con la sua allegria con il suo caos, e i napoletani sono splendidi! piattino invitante davvero e molto ben presentato! un bacione cara!!!

    RispondiElimina
  12. Molto poetica la tua visione di Napoli. Peccato che questa città, la mia citta, sia stata ferita a morte in questi ultimi anni....speriamo si riesca a riprendere ed a rialzare più forte e più bella che in passato :-)
    Ieri ho mangiato gli gnocchi al ragù...preparato, ovviamente, il giorno prima.
    Oggi mangerei volentieri il tuo primo pieno di sapori estivi e frizzanti....vengo a pranzo da te? ;-)
    Un bacione fortissimo

    RispondiElimina
  13. Wow che ricettina invitante complimenti ...
    Ciao Eleonora un saluto dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  14. Adoro i fusilli lunghi, peccato che qui al nord non si trovino molto spesso... sigh!
    Buonissima la tua accoppiata con mazzancolle e limone, una delizia!!

    RispondiElimina
  15. Mi piacerebbe tanto mangiarli.
    Condivido quanro hai scritto su Napoli e a Rosalba dico di non preoccuparsi perché le ferite sono fatte per essere curate e rimarginate e sicuramente lo spirito dei napoletani è la migliore medicina. In questo penso che tifiamo tutti Napoli.
    Bacioni

    RispondiElimina
  16. la mia urbe :) ottimo piatto, come sempre ;)

    RispondiElimina
  17. Mai visitato Napoli, ma con te..come in ogni tuo post mi sento proiettata nelle atmosfere e nei luoghi che "racconti"...buona settimana :-)

    RispondiElimina
  18. davvero invitante!!! complimenti anche per la presentazione, fa venire l'acquolina! ;)

    RispondiElimina
  19. spettacolari!uno dei miei primi patti preferiti :)

    RispondiElimina
  20. sai che come tipo di formato non l'avevo ancor amangiato e che l'ho comprato venerdi perchè bellissimi.ottimo abbinamento!

    RispondiElimina
  21. Meravigliosa questa pasta, meravigliosa la tua descrizione di Napoli e delle emozioni che ti ha regalato

    RispondiElimina
  22. piatto meraviglioso, dentro c'è tutto il mare e i fusilli li adoro come pasta, si attorcigliano a tutto quello che incontrano...baci

    RispondiElimina
  23. che meraviglioso primo piatto... da provare assolutamente....

    RispondiElimina
  24. Un primo piatto da premio nobel!! Complimenti cara! Un bacione.

    RispondiElimina
  25. caspiterina, che piatto invitante! mi piace anche il formato di pasta che hai scelto... bravissima!

    RispondiElimina
  26. Mi sembra di essere lì anche a me!!! che bel piatto, in tutti i sensi!!!!ho appena pranzato ma farei volentieri il bis!

    RispondiElimina
  27. che piatto pieno di sapori e colori, baci.

    RispondiElimina
  28. Raccogli in un piatto colori, sapori, odori e suoni di una città meravigliosa. Bravissima.

    RispondiElimina
  29. sei speciale anche per come racconti una città!!

    ciao
    :-)

    RispondiElimina
  30. La pasta è strepitosa ma il tuo racconto di Napoli è entusiasmante, i napoletani dovrebbero imparare ad apprezzare e vedere la loro città come TU l'hai descritta!! Ciao ciao Debora

    RispondiElimina
  31. Un bellissimo post per una città che offre davvero tanto.
    Bacioni e complimenti per questo primo piatto gustoso.

    RispondiElimina
  32. ...la tua foto...la tua ricetta...rendono giustizia a questo meravigliosa piatto di pasta...mi hai stregato...troppo buonaaaaa...

    RispondiElimina
  33. Deliziosi,vado pazza per la pasta col pesce,bravissima!!!;-))
    Un baciotto a te e i tuoi bellissimi bimbi*

    RispondiElimina
  34. mamma mia che bontà! e le foto sono stupende, buona serata :))

    RispondiElimina
  35. Sei riuscita a cogliere tutte le sfumature di quella bella città.....e riproporle in un piatto divino!!! Bravissima, come sempre un'emozione!! Ciao

    RispondiElimina
  36. Stregata da questo superbo piatto che hai giustamente valorizzato :)

    RispondiElimina
  37. Un primo piatto da svenimento!!! Specialmente a quest' ora...quasi, quasi corro da te!!! Un bacione e buona serata!!!

    RispondiElimina
  38. I fusilli lunghi sono uno dei formati di pasta che va per la maggiore in casa mia ma con questo sughetto...ah, sono proprio deliziosi! Non c'è niente di meglio di un buon piatto di pasta al profumo di mare in estate!!!!

    RispondiElimina
  39. i tuoi 2 ultimi post son scritti in modo fantastico..e poi dopo averti conosciuta quando ti leggo mi sembra di vederti, di sentirti!!

    RispondiElimina
  40. CHe bel piatto...e che bel racconto!

    RispondiElimina
  41. Il piatto dei mei sogni: essenziale, esaltante, a puro sapore con grande rispetto per gli ingredienti !!

    RispondiElimina
  42. La mia a Napoli è stata la prima volta e dovrò tornarci prima di poter esprimere un mio parere.Certo è che un pò di fascino l'ho subito e se Napoli assomiglia a questo meraviglioso piatto non potrei che promuoverla a pieni voti! Bellissime le foto e buonissima la ricetta! Un bacio

    RispondiElimina
  43. Adoro le ricette con pochi ingredienti e questa è favolosa. Ciao Ele!

    RispondiElimina
  44. non conosco assolutamente Napoli, ma credimi me l'hai fatta immaginare bene bene! Poi se a delle stupende parole segue un piatto così....mi inchino! Un bacio

    RispondiElimina
  45. è straordinario, non ci sono solo i profumi del week end ma c'è anche tanta tua bravura nel crearlo per ritrovarli...buona giornata. Ciao.

    RispondiElimina
  46. come ben sai io AMO questi abbinamentiin cui il limone si affoga nella pasta e bagna il pesceee.. e poi me lo immagino mentre lo addento.. gnamm.. mammaaaaaa è pronta la cennaaa??? ^_^

    RispondiElimina
  47. Ciao Ele!
    Buonissimi i tuoi fusilli, mi fanno davvero venire l'acquolina!

    RispondiElimina
  48. Ciao, che particolare questo formato di pasta... dalle nostre parti è a dir poco introvabile. Perfetto però per il condimento tutto a base di mare, semplice, leggero e profumastissimo con questa nota agrumata!
    uno splendido ed invitante primo piatto.
    baci baci

    RispondiElimina
  49. Ho sempre desiderato vedere Napoli, lo so è ridicolo sono sempre in viaggio e non l'ho mai vista, ma lo desidero da sempre!
    Questo piatto la descrive bene ;-)

    RispondiElimina
  50. Napoli mi piace molto e il cibo è sempre "serio"! Questo piatto è un trionfo!

    RispondiElimina
  51. Splendida ricetta e complimenti per il blog. Buona giornata

    RispondiElimina
  52. Innanzitutto complimenti per questo blog che è bellissimo. Ho provato questa ricetta, anche se ho sostituito le mazzancolle con dei più economici gamberi "gobbetti", ma è stata comunque eccezionale!
    Ti seguirò!

    lacenanellafrateria.blogspot.com

    RispondiElimina