venerdì 14 dicembre 2012

Zuppa di pollo e finocchi e il mago inverno

 


Mi piace immaginarlo come un vecchietto dalla schiena curva, andare lento e i lunghi capelli bianchi. Un mago senza tempo, che imbianca la vita al suo passare. Odiato o amato, senza vie di mezzo: l'inverno.
Fa freddo. Nevica in alcuni posti e malgrado tutte le noie che possa dare, non c'è stagione più poetica dell'inverno. Fa tornare la voglia di scrivere, di sognare, di scaldarsi ai fornelli e cercare nuove ispirazioni. Le ricette invernali scaldano corpo, mente e cuore. E una semplice zuppa fa scaturire una magia che succede solo in questa stagione. Chi è più scientifico di me, lo chiemarebbe condensazione, io preferisco chiamarla magia: il vetro appannato della cucina, mentre la zuppa cuoce diffondendo il suo aroma.
Quando ero bambina era come un foglio bianco e il mio dito una penna piena del mondo che passava attraverso i miei occhi. Era la libertà di disegnare ciò che volevo o scrivere una frase dettata dal momento. Oggi rimango a guardare come le stesse goccie tracciano una trama sul vetro, un disegno libero, mai uguale, uno spettacolo della natura stessa che a volte, con un pizzico di fantasia, potrebbe rassomigliare a qualcosa di reale. Amo seguirle, ognuna libera e indipendente tracciare un disegno proprio, che a volte si intreccia e incontra con le altre, in una danza calma, quasi una ballerina in silenzio, in punta di piedi, senza musica, ma con un ritmo proprio e unico, ogni goccia un mondo, un destino diverso e un vetro appannato si trasforma in una tela dove emozioni si imprimono e svaniscono.
È la magia del vecchio inverno.



Zuppa di pollo e finocchi


Per 6 persone:

1 cucchiaino di semi di finocchio
3 finocchi
qualche cucchiaio di passata di pomodoro
400 gr di couscous israeliano*

per il brodo:

un pollo di circa 1,5 kg
1 finocchio
1 cipolla
2 carote grossolanamente tritate
3 gambi di sedano grossolanamente tritati
qualche granello di pepe bianco
qualche granello di pepe nero
acqua

prezzemolo e olio di oliva extra vergine, per servire.






Mettere tutti gli ingredienti per il brodo in una pentola e coprirli di acqua fredda. Portare ad ebollizione, poi abbassare il fuoco e cuocere a fuoco più basso possibile durante due ore, eliminando la schiuma di tanto in tanto. Ritirare il pollo, passare il brodo al chinois e lasciar raffreddare in frigo, meglio se tutta una notte, per poi ritirare il grasso che si forma in superficie.
Dissossare ed eliminare la pelle al pollo e conservarne la carne in piccoli pezzi. In una pentola, mettere il brodo, i finocchi tagliati a fette sottili e la passata di pomodoro e aggiungere il pollo, portare ad ebollizione e versare il couscous. Abbassare il fuoco e cuocere per altri 20 minuti.
Servire calda, con un filino di olio extra vergine d'oliva e una manciatina di prezzemolo.

* Il couscous israeliano chiamato anche Ptitim è un prodotto di semola di grano duro a forma di pallina, molto più grande del couscous tradizionale nord-africano. Lo si trova in alcuni negozi etnici e in negozi specializzati Kosher se no, la pastina tipo "piombino" o quella di vostra preferenza lo potranno sostituire.


13 commenti:

  1. devo trovare questo cous cous xke' ha un aspetto favoloso!!!

    RispondiElimina
  2. No, è la tua magia. Perchè la bellezza, e io direi non solo, è nelgi occhi di guarda. e non tutti hanno occhi per vedere quel che tu vedi, o orecchie per sentire musiche che alla radio non si sentono. non tutti hanno un cuore che ama al massimo. e non tutti sanno cucinare come te, ma questo è il meno, scusa se lo dico. sei un tesoro, ele.

    RispondiElimina
  3. Fin da piccola amavo i vetri appannati, le gocciolone che vi scivolavano sopra....hai ragione, pura magia!
    Mi piace questa zuppa, sa di casa, di sicurezza, di tepore e di amore!

    RispondiElimina
  4. Questa zuppa mi riscalda già, mentre guardo i fiocchi di neve cadere dal cielo e le strade imbiancate. Mastro Inverno è appena svoltato dietro l'angolo, lasciando dietro di sè una coltre bianca e soffice di minuscoli fiocchini di ghiaccio.

    RispondiElimina
  5. Adoro le zuppe e concordo con te: scaldano corpo, mente e cuore. Adoro anche l'inverno per le coperte che ti scaldano, per il forno sempre acceso, per la magia dei suoi paesaggi.
    E perchè tornando a casa infreddolita posso trovare una bella zuppa ad aspettarmi..
    :-)
    bacioni
    Francy

    RispondiElimina
  6. Anche io facevo sempre questo gioco delle goccie, le ooservavo, mi sembravano ognuna una persona con la sua vita, i suoi inciampi ed il suo percorso.
    Da qualche anno ho cominciato ad amare molto l'inverno, con il freddo, i golf avvolgenti, il plaid sul divano, la tisana bollente e profumata e le zuppe.
    Le faccio spesso anche io queste zuppe con il pollo, una verdura e il cous cous. Mi piace anche usare la quinoa, al posto del cous cous.
    Ciao!
    Dana

    RispondiElimina
  7. che zuppa particolare... i attira molto, sembra proprio buona, la proverò! brava!

    RispondiElimina
  8. Dico spesso che le ricette con pollo m'incuriosiscono particolarmente perchè si possono fare diverse varianti rispetto alla solita solfa!
    bellissima foto per un ottimo piatto!
    Z&C

    RispondiElimina
  9. Meravigliosa! In più, rigorosamente sana e revigorante!

    RispondiElimina
  10. A vederlo così sembrerebbe la fregola sarda..

    RispondiElimina
  11. l'inverno è una stagione magica ,ho immaginato il mago camminare con il vento tra i suoi capelli ,girandosi verso di me e guardandomi mentre si allontana...immagino che mi osserva pensieroso sapendo già il mio futuro ....ed io impietrita che guardo il suo cammino....
    l'immaginazione ! meno male che ci resta quella.
    per la zuppa sento il suo profumo caldo caldo , bellissima foto complimenti come sempre

    RispondiElimina
  12. Complimenti, ottimo sito!!

    http://www.ricette-dolci-ricette.com
    http://www.le-ricette.it
    http://www.calcolostrutture.net/
    http://www.calcolo-strutturale.net/
    http://www.calcolo-strutture.com/
    http://www.calcoli-strutturali.com/
    http://www.progetto-strutture.com/

    RispondiElimina